Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Archivio Telegiornaliste anno IX N. 16 (360) del 22 aprile 2013
 
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne
TGISTE Costanza Calabrese: la mia vita piena di sorprese. E ai vostri lettori dico che… di Giuseppe Bosso

È una delle anchorwoman più amate dai nostri lettori-utenti, legata affettuosamente al nostro sito e sempre disponibile per una chiacchierata; ormai volto storico del Tg5, sia nelle vesti di inviata che di conduttrice, ritroviamo Costanza Calabrese.

Il bello e il brutto della spola Roma-Palermo?

«Stanchezza a parte, riesco a prendere il meglio dell’una e dell’altra città; come inviata in Sicilia racconto giorno per giorno notizie, storie e colori di questa bellissima terra, ricca di spunti anche dal punto di vista giornalistico; a Roma vivo il cuore pulsante della redazione e - nel tempo libero - mi godo gli affetti, amiche e famiglia».

Che impressione ti ha fatto Papa Francesco?
«Mi ha sorpresa ed entusiasmato, sin dai primi passi: piccoli gesti, ma significativi. Ha un’espressione rassicurante e parole emozionanti. Speriamo riesca a trasferire questa stessa semplicità anche nei grandi gesti, ma non dipenderà solo da lui. Io faccio il tifo per lui».

L’incerto risultato delle ultime elezioni non rappresenta, secondo te, il frutto della cattiva politica degli ultimi 20 anni?
«L’incertezza politica uscita dalle urne è lo specchio dell’attuale insicurezza sociale, quel senso di precarietà che vive la gente ogni giorno. Una buona politica non dovrebbe perdere il contatto con la realtà e quindi avere coscienza dei veri bisogni delle persone. Privilegi a parte, bisognerebbe affrontare e risolvere i problemi di milioni di italiani: a cominciare da lavoro, sanità ed economia».

Da due anni, con Alfonso Signorini, ti vediamo nello special natalizio di Canale 5 dall’Arena di Verona: com’è nata quest’esperienza e come l’hai vissuta?
«È nata due anni fa, da una telefonata totalmente inaspettata; ancora non so perché e per come abbiano pensato a me: ma non ringrazierò mai abbastanza chi si è fatto avanti! Opera on Ice è uno spettacolo unico: musica e canto dal vivo delle arie più belle del melodramma italiano con le esibizioni su ghiaccio di campioni mondiali di pattinaggio. E tutto questa nella meravigliosa cornice dell’Arena di Verona. Un regalo anche dal punto di vista professionale, una bella sfida fuori dagli studi del telegiornale».

Tante donne in redazione, non sarebbe ora che anche il Tg5 avesse una ‘direttora’?
«No, perché talento e intelligenza non hanno sesso: il telegiornale è frutto del lavoro di squadra e il direttore Mimun ha - senza dubbio - valorizzato le sue quote rosa. Non c’è bisogno di poltrone per sentirsi gratificate e per dimostrare intelligenza, curiosità e capacità».

I nostri utenti, come potrai vedere, da un po’ di tempo si ‘divertono’ a immaginarti con i capelli corti: hai mai pensato di farlo davvero?
«Vi svelo un segreto: da ragazzina li avevo lunghi fino alla schiena; poi a 14 anni decisi di tagliarli cortissimi, con forbici e macchinetta. Risultato: quasi rasata! Nel farli ricrescere ho dunque passato - e affrontato - tutte le lunghezze. Dico ‘affrontato’ perché dovete sapere che i miei capelli sono molto mossi, difficili da gestire: e quando sono corti, tenerli in ordine è un’impresa! Quando mi vedete in conduzione, le sante mani delle ragazze del trucco e parrucco fanno miracoli! Nella vita di tutti i giorni, invece, una bella coda e via! Quanto alle creazioni dei vostri utenti, beh… un giorno potrei anche sorprendervi!».

Ti senti arrivata?
«Arrivata dove? Proprio no; ho un unico traguardo nella vita professionale: continuare a fare ciò che più mi piace, la giornalista, con passione, curiosità e umiltà. Il bello di questo mestiere è che ogni giorno è diverso dall’altro e c’è sempre qualcosa da imparare».

Come sarà il Tg5 e come sarà Costanza tra dieci anni?
«Ancora insieme. Mi auguro che questo telegiornale conservi lo spirito e la freschezza che porta avanti da 21 anni; per quanto mi riguarda, senza fare programmi a lunga scadenza, la vita mi ha sempre riservato belle sorprese. Tipo? L’occasione di fare il corrispondente dalla Sicilia e la proposta di conduzione».

A giugno riceverai il Premio Agnes a Capri per il giornalismo…
«E ne sono felicissima. Non vedo l’ora! Mi piacerebbe condividerlo con papà, che purtroppo non c’è più; è bello pensare che anche da lassù continui a seguirmi e a camminare al mio fianco: lui è stato il mio più grande esempio, come uomo e come professionista».
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne
NONSOLOMODA Una stagione al verde di Michela Tortolano

Siamo al verde! Proprio così: saranno infatti le prossime calde stagioni ad inneggiare questo colore. La proposta, anzi la certezza, è stata declamata da Pantone che, come ogni anno, ha classificato le dieci nuance in “vigore”.

Il fornitore di standard professionale di tonalità dal bianco al nero ha presentato nella sua Fashion Color Report Fall 2013 una top ten per questa primavera/estate: tecnicamente definito emerald 17-5641 TPX e comunemente chiamato verde smeraldo è per l’esattezza il colore indiscusso della classifica.

In realtà, ogni marchio ha espresso la propria tendenza con una fioritura di tonalità e tessuti variegati: total look in pizzo per Burberry, linee lisce in verde pastello per Gucci, verde acqua per Etro, verde pallido per Pucci

Dal carattere scintillante, questo colore indica l’armonia con la natura, l’equilibrio, il desiderio di risorgere ed avrebbe anche effetti calmanti e rilassanti se scelto per gli arredamenti d’interno.

Sarà una verità, sarà forse un modo di dire, ma pare che il verde non stia proprio bene a tutti e che tenda ad ingrassare: sarà vero? È sicuramente più vero che questo colore è destinato al successo perché è quello che viene maggiormente percepito dalla mente umana, nel range cromatico.

Inoltre la sua versatilità di toni lo rende adatto agli accostamenti più variegati, sia per intensità fredde sia per intensità calde.

Dopo il freddo dei mesi invernali il guardaroba è uno sbocciare di freschezza e cambiamento.
Non si può proprio sfuggire: la “contaminazione” arriva anche alla nail art e al makeup che propongono sfumature di verde da sfoggiare su mani e viso.

Il verde smeraldo trasmette un senso di benessere e favorisce l’ispirazione interiore, come annuncia il direttore esecutivo del Pantone Color Institute ed effettivamente c’è aria di rinnovo e voglia di risveglio tutt’intorno.

Come riteneva Matisse, il colore soprattutto, forse ancor più del disegno, è una liberazione.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne
TUTTO TV Raffaella non stecca mai di Giuseppe Bosso

Enrico Bertolino durante un’intervista a Marco Travaglio l’aveva scherzosamente proposta come potenziale Presidente della Repubblica.

Probabilmente al Quirinale non ci arriverà, ma di sicuro Raffaella Carrà è e rimarrà una numero uno del piccolo schermo, una vera e propria prima cittadina del tubo catodico.

Prossima a spegnere sulla torta di compleanno 70 candeline – non ce ne vorrà se lo diciamo – sta vivendo una nuova, fantastica, avventura nelle vesti di ‘coach’ nella versione italiana di The Voice, che su Raidue non sta tradendo le attese; un ritorno in grande stile per una signora del piccolo schermo, che negli ultimi anni avevamo visto messa alquanto in sordina dalla Rai, dopo la conclusione, nel 2008, del fortunato ciclo di Carràmba che fortuna, dopo dieci fortunatissime edizioni, venendo ‘richiamata alle armi’ solo in occasione della finale di Eurovision Song Contest nel 2011; e si trova a suo agio tra le aspiranti nuove ugole della canzone italiana, che – al pari dei suoi compagni di viaggio Pelù, Cocciante e Noemi – in lei hanno trovato un punto di riferimento affidabile, severa e amorevole al tempo stesso.

Del resto, chi non vorrebbe trovarsi di fronte a un personaggio come lei, che negli anni’60 muoveva i primi passi come attrice al fianco nientemeno che, ne Il colonnello Von Ryan, di Frank The Voice – per la serie guarda un po’ se non è destino… - Sinatra e poi, nel decennio successivo, conosceva la consacrazione canora con l’immortale Tuca Tuca? E poi Canzonissima, Pronto, Raffaella?, Fantastico, la tv spagnola, Carràmba, il Festival di Sanremo condotto nel 2001… insomma, è praticamente impossibile ricostruire in poche parole una carriera lunga e luminosa che ne fa da almeno tre generazioni un volto amico in ogni angolo del Belpaese, amata da grandi e piccini, dalle nonne e dalle mamme.

E dopo The Voice? Cosa farà Raffaella Carrà appena si spegneranno i riflettori del talent show? Guai a parlare di pensione, di uscire di scena: perché gli anni passano, nuovi personaggi avanzano e si affermano, ma di lei la nostra tv non potrà davvero mai fare a meno.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne
PINK NEWS Un fumetto per Carmela Cirella: per non dimenticare di Chiara Cianniello

Quella di Carmela Cirella è una storia toccante, amara, brutalmente segnata dall’indifferenza delle istituzioni e dall’omertà dei compaesani.

Era una ragazzina di soli tredici anni, età difficile, in cui ci si trova ad affrontare i primi amori e le prime delusioni; un'età in cui il mondo ti sembra pieno di colori scintillanti... o almeno così dovrebbe essere.

Carmela resterà una bambina in eterno, perché il suo cuore non è riuscito a reggere un carico così pesante di sofferenze e soprusi disumani: in suo ricordo è stato ideato un fumetto, pubblicato dalla casa editrice BeccoGiallo, che ripercorre attentamente la sua storia infelice, per non dimenticare la vicenda di una neo-adolescente stuprata, maltrattata e non creduta; anzi, crudelmente apostrofata come “la spostata di testa”.

Carmela è stata stuprata da un marinaio e nel suo paese non è stata creduta: la perizia psichiatrica effettuata su di lei l'ha costretta a farsi ricoverare in un istituto, dove è stata sottoposta ad una pesante cura di psicofarmaci (di cui genitori erano allo oscuro).

Scappa dalla clinica e viene ritrovata alcuni giorni dopo in uno stato pietoso; è stata nuovamente stuprata da un branco di ragazzini, quasi tutti minorenni; nessuno di loro sconterà la loro pena, nessuno sarà punito. L’unica vittima è Carmela, che si uccide gettandosi dal bagno di casa sua.

Il fumetto ha fatto la sua comparsa sugli scaffali questo mese del 2013. La sceneggiatura é a cura di Alessia Di Giovanni, mentre i disegni sono di Monica Barengo, palesemente ispirati al diario personale di Carmela. Lo stesso titolo riprende una frase molto ricorrente fra gli scritti della ragazzina “Io so' Carmela”, una sorta di straziante grido d'aiuto, una volontà di autoaffermazione, un desiderio di rivincita.

E proprio questo desiderio di rivalsa mai ascoltato, ha tentato di intercettare l’associazione “Io so' Carmela” creata dal patrigno, che sostiene il progetto editoriale.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne
DONNE Margaret Thatcher, la lady di ferro di Ludovica Virgili

Si è spenta a 87 anni a Londra la lady di ferro britannica, nella suite dell’Hotel Ritz, dove si era ritirata colpita da un ictus.

Nata il 13 ottobre 1925 a Grantham, fu il primo ministro britannico donna dal 1979 al 1990; alla guida del partito conservatore, vinse le elezioni politiche del 1979, 1983, 1987.

Figlia di un droghiere di campagna, Margaret Thatcher fin da giovane fu subito molto appassionata di politica, riuscendo a muoversi bene in un ambiente molto maschilista, fino a conquistare la leadership del partito conservatore nel 1975.

Soprannominata lady di ferro per la fermezza con la quale ha guidato il Paese durante il suo mandato, a dare l’annuncio della sua scomparsa sono stati i figli tramite un comunicato del loro portavoce: niente funerali di Stato, sulla base delle sue ultime volontà.

Tutto il mondo politico e non si è subito espresso con parole di grande stima nei suoi confronti: il Presidente degli Stati Uniti Obama, in una nota diffusa della Casa Bianca ha dichiarato che «il mondo ha perso uno dei grandi campioni della libertà e l'America ha perso una vera amica»; anche il neo eletto Papa Francesco, accantonando la sanguinosa guerra che la sua Argentina e il Regno Unito durante gli anni della lady di Ferro ingaggiarono per il possesso delle isole Falkland, ha manifestato il suo cordoglio: «ricordo con apprezzamento i valori cristiani che hanno sostenuto il suo impegno pubblico e la promozione della libertà nella famiglia delle nazioni».

Una donna che ha rivoluzionato il mondo, dando l’esempio a moltissime donne, cambiando il panorama politico con una sua figura molto controversa ma nel suo genere unica.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Pink News | Donne

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster