Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Archivio Telegiornaliste anno XIII N. 1 (511) del 11 gennaio 2017
 
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
TGISTE Jenny Viant Gomez, da Cuba all'Italia narrando il gusto di Giuseppe Bosso

Incontriamo Jenny Viant Gomez: nata a Cuba, dal 1994 in Italia, specializzata in tematiche eno-gastronomiche.

Vivi dal 1994 in Italia, cosa è cambiato per te nel primo approccio col nostro Paese?
«Mi sono dovuta confrontare con abitudini e ritmi diversi da quelli a cui ero abituata. Col tempo e la buona volontà di integrarmi oggi mi sento in Italia come a casa».

Tu e l’enogastronomia insieme per caso o per passione?
«Il mio è stato un graduale percorso, che mi ha portata ad affrontare inizialmente tematiche economiche. Poi mi sono avvicinata al settore enogastronomico attraverso interviste e partecipazioni ad eventi, così ho deciso di seguire una specializzazione orientata al settore. Sono diventata sommelier, degustatrice e narratrice del gusto».

Si dice che la crisi generale non abbia toccato il settore, secondo te è vero?
«Innegabilmente la crisi si è trascinata anche in questo campo, ma le potenzialità e le risorse che hanno sempre contraddistinto il made in Italy hanno saputo fronteggiarla».

Ti manca Cuba?
«Sono nata laggiù e ho vissuto all'Avana fino a vent’anni. Mi farebbe piacere tornarci, ma momentaneamente non ci sono le condizioni a Cuba per svolgere la mia professione».

Ti sta stretto l’operare in questo settore dell’informazione?
«No, è un settore che ho scelto ormai come mia strada, che ha delle sue peculiarità e che sento di poter continuare a trattare con professionalità».

È stato più difficile inserirsi nel giornalismo come donna o come straniera?
«Come straniera, non nascondo che all’inizio è stato arduo dovermi confrontare con una nuova lingua, ricominciare i miei studi universitari, riposizionarmi dal punto di vista professionale, superando quel gap che a quel tempo consisteva nel non essere ancora l’Italia un Paese così cosmopolita come negli ultimi tempi è diventato. Molte cose sono cambiate per fortuna».

Cosa ti aspetti dal prossimo anno?
«Approfondire le mie conoscenze e continuare a divulgare con un maggiore bagaglio di esperienza il patrimonio enogastronomico italiano».
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
TUTTO TV Il bello delle donne nuovamente su Canale 5 di Sara Ferramola

A distanza di 15 anni torna su Canale 5 la serie femminile cult dei primi anni Duemila, Il Bello delle Donne.. alcuni anni dopo, con un cast rinnovato e trame di storie da scoprire; la prima delle 8 puntate andrà in onda venerdì 13 gennaio.

Il cast: pochi vecchi attori storici e molte new entry tra i personaggi delle nuove puntate della serie; tra i vecchi volti restano soltanto Massimo Bellinzoni, nel ruolo di Luca Manfridi, e Giuliana De Sio nel ruolo di Annalisa; tra i nuovi spiccano sicuramente Manuela Arcuri, Francesco Arca, Claudia Cardinale, oltre a Anna Galiena, Adua Del Vescovo, Stefano Dionisi e molti altri; mancheranno agli affezionati Stefania Sandrelli e Nancy Brill, oltre a Virna Lisi morta poco prima dell’inizio delle riprese.

La trama: ogni puntata ruoterà intorno a un personaggio e inizierà Luca, il quale perduto il salone di bellezza, incontra Laura (Claudia Cardinale) intasata dai problemi e alle prese con la nipote adolescente; insieme decidono di cambiare vita trasferendosi a Roma dove Luca inizierà a lavorare per Jessica (Manuela Arcuri); i due incontreranno Germana e Francoise e daranno vita a un nuovo salone.

Una parrucchiera, un architetto, una nonna, e una manicure: quattro delle personalità più diverse per raccontare storie delle donne di oggi, ma soprattutto dei problemi sociali ed economici dell’Italia di oggi, dai diritti delle coppie civili alla crisi economica.
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
DONNE Eva, la rossa che fa impazzire tutti di Antonia Del Sambro

A volte vivere una infanzia diversa dal solito aiuta a confrontarsi meglio con la vita e con il mondo e a volte tutto questo apre anche la strada all’arte più completa ed emozionante.

È quello che è successo a Eva Pevarello, classe 1990. che cresciuta in un Luna Park itinerante del nord Italia dove i suoi genitori avevano un baracchino di tiro a segno ha imparato presto a confrontarsi con persone e culture diverse, ad aprirsi a nuovi mondi e a percorsi artistici che avrebbe coltivato negli anni successivi; e così la bimba nata a Thiene e legatissima alla sua famiglia inizia a frequentate il liceo artistico e a muovere i primi passi nel mondo dei tatuaggi belli e originali e contemporaneamente a suonare in una band tutta al femminile che si faceva chiamare Le quote rosa.

Eva Pevarello è estrosa e può sembrare una ragazza dall’aspetto deciso e aggressivo e invece ha un animo sensibile e delicato che riversa interamente nel suo lato artistico, nella sua splendida voce, nella sua tecnica vocale che si arricchisce e amplia di sfumature emozionali perché Eva sa emozionare ed emozionarsi ancora.

Per questo ha sbaragliato quasi tutti arrivando tra i finalisti assoluti della recente edizione di X Factor con un brano meraviglioso e tra i più cliccati dell’intero web.

Voglio arrivare fino in fondo, canzone melodica e tecnicamente perfetta, scritta apposta per lei da Giuliano Sangiorgi e interpretata da Eva come se le appartenesse quasi fosse una sua seconda pelle.

La giovane rossa tatuatrice di Thiene ce l’ha messa tutta per arrivare al talent tra i più importanti del nostro paese perché ha capacità e grandi doti ma soprattutto perché è Eva ha una determinazione e una forza interiore come poche altre.

Ha superato e affrontato una grave malattia che rischiava di fermare la sua bella favola già qualche anno fa; ha lottato per arrivare a realizzare il sogno della sua vita di fare la cantante e ora pur contenta del successo del suo inedito e del suo piazzamento al talent show e ancora piena di progetti, di musica da far ascoltare, di voglia di non fermarsi in un mondo che pur difficile e pungente ha bisogno di ragazze appassionate e talentuose proprio come lei.

In bocca al lupo a Eva e che sia di ispirazione a tante altre giovani coetanee!
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster