Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Archivio Telegiornaliste anno VIII N. 33 (335) del 15 ottobre 2012
 
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne
TGISTE Francesca Di Matteo: crescere a Tgcom24 di Giuseppe Bosso

Intervistiamo Francesca Di Matteo, volto di Tgcom24.

Il delitto di Lignano conferma che il colpevole è la persona meno sospetta?
«Si, almeno stando ai racconti dei vicini dei ragazzi cubani, descritti come al solito come 'persone normali'. Per fortuna, grazie al grande e meticoloso lavoro dei carabinieri, abilissimi a isolare il dna, la verità è venuta a galla, anche grazie a qualche passo falso dei killer».

Hai seguito molto la vicenda di Melania Rea, uno dei tanti casi di cronaca che, a detta di molti, in questi anni hanno occupato tanto, forse troppo spazio nell'informazione. A maggior ragione in tempi di crisi come questo.
«Il giornalismo è un mestiere delicato, come tutti gli altri. Solo che noi abbiamo una maggiore responsabilità per il fatto che entriamo quotidianamente in casa della gente, siamo noi che formiamo l'opinione pubblica. Un delitto, tanto più se efferato come quelli che hai citato, merita il doveroso spazio proprio per questo. Che poi al primo posto negli ultimi anni ci sia stata la crisi mi pare un dato di fatto».

Eppure si pensa che parlare di cronaca nera sia un diversivo per non trattare argomenti scomodi.
«Non credo. Fatti orrendi come quello di Lignano stupiscono l'opinione pubblica e di conseguenza richiedono la nostra attenzione, ma per il resto non credo che, almeno noi di Tgcom24, ci siamo principalmente su questo. La crisi, la politica sono sempre il primo tema del giorno. Poi, ovviamente, quando viene scoperto il killer dedichiamo al caso molta più attenzione».

Un canale all news come quello dove lavori è un punto d'arrivo?
«Se lo pensassi, per la mia età, vorrebbe dire che non amerei più il mio lavoro. Punto d'arrivo è un concetto che potrò assimilare quando avrò 80 anni, non adesso. Cerco la crescita e il miglioramento continuo, ed ho la fortuna di poterlo fare in un canale nato con grandi risorse e con tantissimi giovani motivati».

Oltre che di criminologia sei appassionata di politica.
«Sì. Politica interna e geopolitica. Da bambina sorprendevo chi mi chiedeva cosa avessi voluto fare da grande dicendo 'la deputata democratica' (ride, ndr). Ma mi interesso anche di cronaca, non esclusivamente nera».

Le ultime vicende della Regione Lazio non rischiano di allontanare definitivamente il cittadino dalle istituzioni, in un quadro forse ancora peggiore di quello che 20 anni fa suscitò Tangentopoli?
«Il rischio c'è, ed è giusto che il cittadino provi disgusto e indignazione all'emergere degli scandali del potere. Si sbaglia a pensare che ci possano essere solo due o poche mele marce nel cestino. Il mio appello alla politica è che le mele marce, poche o tante che siano, vengano individuate e buttate via. Auspico una politica che si svincoli dai vitalizi, dai benefit mensili, e che si occupi soprattutto delle esigenze del cittadino».

Cosa rischieresti per uno scoop?
«Nulla. Non credo nel giornalismo da 'iena', non mi ritengo un'arrivista. Se la notizia importante ti arriva, è giusto lavorarci ma nel modo più giusto e nel rispetto dell'etica».

C'è spazio per gli affetti nel tuo girovagare da inviata?
«Sì. Il lavoro innegabilmente mi assorbe molto tempo, e ciò si riflette sul privato. Ma sta all'altra persona capire quelle che sono le mie esigenze».
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne
NONSOLOMODA La coltura è anche cultura di Michela Tortolano

Sempre più italiani portano sulle proprie tavole prodotti biologici e infatti negli ultimi anni si sono registrate percentuali di adesioni in regolare ascesa.
I consumatori oggi sono attenti e scrupolosi e le stime del rapporto BioBank indicano aumenti sostanziali nei diversi settori di consumo: le strutture turistiche, le mense scolastiche, i ristoranti ed anche i piccoli negozi sempre più spesso si convertono al prodotto naturale.

Ma esattamente che cosa vuol dire biologico?
Biologico è il prodotto ottenuto nel rispetto di precise norme, dalla produzione alla distribuzione: il ciclo produttivo prevede l’impiego di concimi organici, come ad esempio il letame, con la conseguente esclusione di fertilizzanti e pesticidi nocivi alla salute; utilizza la forza delle leggi naturali per aumentare le rese e la resistenza delle coltivazioni, introducendo nel percorso produttivo insetti utili all’abbattimento dei parassiti, avvalendosi così della lotta biologica; gli animali vengono allevati in libertà e nutriti esclusivamente con alimenti naturali.

Biologico è semplicemente naturale, fatto alla vecchia maniera…
Già gli antichi sostenevano che la prima medicina per l’organismo è la sana alimentazione.

Oggi il consumatore che predilige il prodotto bio a quello tradizionale pur spendendo un po’ di più è certamente una persona attenta al benessere della salute e che apprezza il valore dell’ogm free.
Ma a dare una mano all’abbattimento dei costi ci pensano i Gas, gruppi di acquisto solidale, che aiutano a far risparmiare un pochino grazie al loro stile d’intervento basato sulla “filiera corta”, che avvicina il produttore al consumatore finale sia geograficamente perché si prediligono le aziende più vicine, sia funzionalmente grazie all’esclusione di intermediari, grossisti e negozianti che nella catena della distribuzione tradizionale fanno lievitare i prezzi.

Questo stile sta dimostrando grandi potenzialità anche nel rilancio e nel recupero economico dei territori, delle tradizioni e culture locali. Si rilanciano le produzioni del bio nostrano ad esempio con la produzione dell’avocado siciliano. E, ancora, con l’esperienza di successo del Cilento, il bio-distretto continua ad incrementarsi: da Verbano all’Oltrepò Pavese, dalla Valcamonica alla Val d’Orcia.

Il Belpaese dunque risponde bene alle molteplici iniziative a favore del prodotto naturale e sano ed è al primo posto in Europa per esportazioni di prodotti biologici.

Ma non è finita qui per quel che riguarda il mondo del bio, perché chi ha entusiasmo e vuole gettare semi nel suo orticello ma non possiede neanche il cosiddetto fazzoletto di terra, può sempre affittare un’area verde a ridosso della città. Per chi invece è più trend esistono molteplici manuali su come far crescere i propri frutti in balcone!
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne
TUTTO TV Telegiubando: la TV secondo Giubo. Adriano non tradisce di Giuseppe Bosso

Molto rumore per nulla (si fa per dire)? Come volevasi dimostrare? Ha fatto il minimo di quello che ci si aspettava? Banale dire questo, ma quando il 'Molleggiato' scende in campo non puoi aspettarti altro che un boom, e infatti le due serate di Rock Economy hanno fatto il pieno non solo all'Arena di Verona.

8 milioni la prima serata, 9 la seconda; la grande musica l'ha fatta da padrone senza, ovviamente, tralasciare un ampio spazio di riflessioni, con la presenza dell'economista transalpino Fitoussi e la crisi vista dai 'quattro amici al bar' con Stella e Rizzo.

Non avrà fatto scalpore come le sue perfomances sanremesi, ma innegabilmente possiamo definire Celentano il personaggio tv dell'anno con queste poche, ma consistenti, apparizioni. Nel bene e nel male è sempre lui, il ragazzo della Via Gluck che a 74 anni non vuole proprio saperne di uscire di scena. Nonostante qualche mugugno (vedi Specchia su Libero: la vera ancora di salvezza per la senilità sveviana di Celentano è stato Gianni Morandi, si sussurra che ormai sia la sua badante; o Mattioli su La Stampa: ha stonato a ripetizione) Canale 5 ha fatto il botto in tutti i sensi.

Tra una Svalutascion d'apertura e una Yuppi Du in playback c'è spazio per l'utopia; l'utopia di poter uscire dalla grave crisi che da anni ci attanaglia; l'utopia da cui possono nascere grandi cose e grandi idee. Il messaggio di Celentano è diretto e significativo contro gli speculatori e chi ha chiesto e continua a chiedere sacrifici a fronte di malaffare e ruberie; non è nella crescita del Pil o di altri virtuali e irrisori indici economici che ci risolleveremo, ma nella riscoperta dei valori antichi e della tutela dell'habitat che tanto abbiamo devastato.

E adesso? Quale sarà la prossima mossa di Adriano? Dovremo attendere nuovamente anni per poterlo riammirare, dal vivo o in prima serata? Vedremo il futuro cosa riserverà a colui che, negli anni'80, risultava essere l'italiano più popolare nella lontana Unione Sovietica, insieme all'allora premier Giulio Andreotti.

Per Canale 5, e per la tv generalista più ampiamente, anche una sola serata di Celentano garantisce perlomeno gli ascolti stratosferici della due giorni veronese; Pier Silvio Berlusconi nell'esternare la sua emozione ha lasciato intendere che la porta per un seguito sarebbe aperta, ma è un discorso che andrà probabilmente affrontato meglio nel 2013, anno cruciale per l'Italia e non solo, nel corso del quale, ne siamo sicuri, Adriano in un modo o nell'altro farà sentire la sua voce e il suo messaggio. Comunque vada, per chiudere altrettanto banalmente come banalmente abbiamo iniziato, sarà un successo.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne
HOT GIRLS Il gossip di Piu. Tra amori che finiscono, sesso e cicogne che arrivano di Fausto Piu

Questa settimana ho raccolto cinque notizie di gossip che stanno facendo il giro del web e di diversi media. Se volete spettegolare con me (che secondo gli scienziati fa bene), leggete queste ultime bollenti notizie provenienti dal mondo dei vip.

CICOGNA IN ARRIVO – «A marzo darò alla luce una bambina». Con queste parole la verace napoletana Serena Autieri ha confidato di essere in dolce attesa di una bimba dal marito Enrico Griselli. Bionda e occhi azzurri, Serena ha ammesso di essersi emozionata appena saputa la lieta notizia. Dopo essere stata lanciata dalla soap Un posto al sole e aver maturato tante esperienze lavorative, Serena ha deciso di incoronare il suo sogno di essere chiamata mamma. Auguri!

CASTITÀ – Non bacia un uomo e non fa sesso da tre anni. È questa la sorprendente rivelazione della regina del pomeriggio di Canale5, Barbara D’Urso. Napoletana e un fisico perfetto, nonostante l’età che avanza, Carmelita fa sapere che mangia molta cioccolata per compensare la mancanza di attività sessuale. Coraggio Barbara, come dici tu, Tanto poi esce il sole.

AMORE AL CAPOLINEA – Dopo due anni di passione e una figlia, la loro storia d’amore è arrivata alla fine: Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti si sono lasciati. Pochi giorni fa Alessia è stata immortalata ai Parioli, quartiere romano in cui vive, mentre andava dalla sua estetista di fiducia, per rilassarsi e smaltire lo stress di questo periodo. E proprio sui social network i due hanno inserito un messaggio identico: «Grazie a tutti per l'affetto chi ci state dimostrando. Io e Alessia/Francesco ci vogliamo bene e faremo di tutto per preservare la nostra famiglia». Si riaccenderà la passione?

DUE VOLTE AL GIORNOMaddalena Corvaglia, l’ex velina di Striscia la Notizia, ha ammesso di fare sesso almeno due volte al giorno. Sposata con Stef Burns, chitarrista di Vasco Rossi, la bionda pugliese ha confidato questo dettaglio hot alla trasmissione La fine del mondo, condotta da Selvaggia Lucarelli e Alessandro Lippi. E non è finita qui. La show girl ha anche confidato che adora l’uomo violento e dare o ricevere schiaffi. Buon divertimento!

CORSO DI SESSO... ORALE – «Io e Angela Melillo abbiamo fatto un corso di sesso orale». È questa dichiarazione di Justine Mattera che sta facendo il giro della rete in questi giorni. Le due amiche, andate in una famosa boutique erotica romana, hanno imparato la tecnica dello Shirley temple, ossia un utilizzo particolare della lingua. Lontani i tempi dei corsi di cucina e di taglio e cucito, la Mattera conclude dicendo: «Molte donne hanno bisogno di imparare come si fa il sesso orale e in alcuni casi questo diventa un problema di coppia. Io sto con mio marito da dieci anni, ci sarà un motivo». Forse dopo queste scottanti rivelazioni ci sarà un boom di nuove iscrizioni a questi corsi?
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne
DONNE Deborah Joseph: il segreto del successo tra maternità e direzione di Easy Leaving di Giulia Fiume

37 anni, un bambino di appena 18 mesi e capo della testata nazionale Easy Leaving: Deborah Joseph è questo e molto altro ancora. La sua carriera è tutta in salita, la sua vita è invidiabile. Ma qual è il vero segreto di questa donna?

Grintosa, creativa e con uno spiccato intuito per gli affari, Deborah è un vero e proprio vulcano di idee. Quando, appena l’anno scorso, è stata nominata direttrice del mensile femminile Easy Leaving, senza aspettare un istante, si è subito messa all'opera per ribaltare la situazione del magazine che rischiava il fallimento.

Easy Leaving è una rivista in rosa, i suoi punti di forza erano sempre stati la moda, il gossip e l’angolo dedicato alle mamme e ai loro bambini. I dati riportati dalle vendite, però, indicavano, prima dell’arrivo di Deborah, un vero e proprio disastro: meno di 150mila copie vendute all'anno. Con un grande impegno ed una straordinaria capacità di reinventare, la neo-direttrice ha saputo ribaltare, nell'arco di pochi mesi, la situazione e l’intero futuro della rivista.

L’esperienza accumulata nelle redazioni di numerose testate di moda, tra cui Glamour e Cosmopolitan, ha permesso alla Joseph di capire cosa cercano le sue lettrici ogni mese. Così, sono stati aboliti gli spazi dedicati a mamme e bambini e sono stati incrementati quelli dedicati al gossip e alla moda, sono stati inseriti pezzi anche sulle star americane, oltre che sulle inglesi, e un parte del giornale è stata interamente dedicata alle storie erotiche. Il motivo? Creare una vera e propria rivista-passatempo che sia degna di questo nome.

Deborah non si sente limitata dall'essere al tempo stesso neo-mamma e neo-direttrice. La maternità è un’esperienza che accompagna e arricchisce la sua vita senza mai essere per lei un freno. Adesso la Joseph comprende meglio anche un’altra grande fetta delle sue lettrici e, questo, non può che essere una fortuna per lei.

Dopo aver salvato una rivista ed essere diventata un modello per tante donne e mamme, non possiamo che augurare a questa talentuosa donna che questo successo continui e che la sua rivista possa continuare ad allietare i momenti di svago e di relax delle donne inglesi che la leggono.
indice della pagina: Tgiste | Nonsolomoda | Tutto TV | Hotgirls | Donne

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster