Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Tgiste Style: lo stile in onda   tutti gli articoli di Tgiste Style
Paola SaluzziTelegiornaliste anno VII N. 40 (300) del 5 dicembre 2011

Tgiste Style, lo stile in onda
Paola Saluzzi: scivoloni di stile con il solito stivale

di Francesca Succi

È bellissima e affascinante. Una donna sicuramente di carattere che, nella sua fisicità, possiede oro vivo per gli uomini (e con una punta di gelosia anche per noi donne). Insomma, dettagli sensuali che lasciano il segno: lunghi capelli ricci rosso tiziano; labbra carnose; pelle liscia e candida come la porcellana; occhi tra il verde e l’azzurro. Se non esistesse, dovrebbero inventarla!

Eppure, a parte le sue doti fisiche indubbiamente superlative, c’è qualcosa in cui Paola pecca: lo stile. Scartabellando il materiale a disposizione nella nostra redazione, ho notato dei punti chiave per definirla monocromatica, stivale-dipendente, velvet-addicted, amante dei toni scuri e “allergica” ai giochi di colore con i relativi contrasti.
Ciò significa che quando va in onda indossa spesso, se non sempre, outfit abbastanza castigati e tendenti tutti alla tavolozza dei colori scuri. Non riesce a staccarsi dallo stivale, corto o lungo, riuscendo ad abbinarlo - sbagliando - pure al tubino!

Per qualche motivo, da rivolgersi al suo puro piacere personale, non sa fare a meno degli abiti in velluto con linee da tanguera. Per quanto possa essere evergreen, il velluto in video appesantisce la figura!

Ma vediamola meglio nel dettaglio:

1. Come ho già annunciato sopra, Paola ama i colori scuri. Qui indossa un abito presumibilmente in cotone stretch con scollo a V. Calze scure e stivali ultracoprenti fino al ginocchio. Un gioiello al collo e capelli sciolti. L’abito possiamo pure approvarlo, ma lo stivale così alto proprio no. Il tutto si sarebbe salvato e risolto con paio di decolté, anche rosse. Perché no!?

2. Seconda mise e ancora toni scuri. Le linee sono quelle di un tubino aderente, passepartout per ogni occasione. L’elemento che stona? Il solito stivale! E l’assenza di gioielli. Ripropongo ancora la soluzione della decolté e, per un look ultrachic, capelli raccolti e pendenti brillanti alle orecchie.

3. Questo è il peggior outfit tra quelli proposti. L’abito si differenzia dal n.1 solo per lo scollo. In questo caso è tondo. Non abbiamo gioielli, non ci sono punti luce e c’è solo l’ombra di un gran scivolone: quello causato dai soliti stivali abbinati su un abito lungo. Perché? Appesantisce la gamba, e in particolare il polpaccio, che risulta più grossa sotto l’abito!

4. Finalmente una svolta. Abitino monospalla turchese/menta con ruches, l’ideale per Paola. Evviva, qualcosa che la valorizza. Anche se, volendo fare i puntigliosi, c’è una piccola pecca. I capelli raccolti vanno benissimo, l'orecchino è perfetto, il bracciale può andare ma la collana troppo ampia no. Cade sull’unico dettaglio dell’abito che doveva mantenersi pulito. Avrebbe raggiunto il top con una catenina d’oro e ciondolo; una di quelle vintage per intenderci. Oppure il girocollo alla Carrie Bradshaw con nome, visto che Paola ci ricorda a tratti la protagonista di Sex and the City!

Qualche consiglio. Hai una pelle perfetta: opta per i colori pastello sia nell'armadio che nel make up; prendi in considerazione la scala cromatica che va dal rosa e al ciclamino. Colori sempre tenui, mi raccomando. Perché con la tua chioma importante potrebbero stonare.
Hai delle bellissime gambe, perché coprirle con dei banali stivali? Valorizzale e slanciale con una bella scarpa con plateau. Il successo è assicurato!
E infine, hai dei tratti dolcissimi: gioca con raso, satin e stoffe leggere. Risulterai più fresca di quello che sei.

Voto complessivo: 5

versione stampabile | interviste alle telegiornaliste

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster