Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Donne Nel mondo, nella storia
Donne nel mondo, nella storiaCarrie Fisher: l’indimenticabile Leila
di Daniela D'Angelo

“Se la mia vita non fosse stata divertente, sarebbe stata vera”.
Con queste parole l’attrice Carrie Fisher ha saputo donare un sorriso ai suoi amati fan che col trascorrere degli anni hanno potuto conoscere e apprezzare la diva stellare. La talentuosa Carrie infatti, nonostante i numerosi volti che ha interpretato, è rimasta indelebile nella storia cinematografica come la Principessa Leila della saga fantascientifica di Star Wars.

Che la sua vita sarebbe stata illuminata dalle luci della ribalta non l’avrebbe mai potuto immaginare quando a 15 anni ha deciso di abbandonare gli studi presso la Beverly Hills High School per dedicarsi a quelli teatrali, che ha frequentato con dedizione presso la Central School of Speech and Drama di Londra, dove rimase per 18 mesi, e in seguito al Sarah Lawrence College, che lasciò per girare la saga di Guerre stellari.

Ha mosso i primi passi a teatro intorno al 1973 dove ha interpretato il ruolo di una debuttante a Broadway in Irene e al cinema nel 1975, al fianco di Warren Beatty e Julie Christie nella commedia Shampoo.

La svolta artistica avvenne però con il IV Capitolo della Saga di Guerre stellari, in cui la Fisher ha interpretato la ribelle e determinata Principessa Leila che ha fatto innamorare un’intera generazione e che tuttora, nonostante siano trascorsi ben 40 anni, riesce ad ammaliare il pubblico e a ottenere consensi.

L’attrice ha spesso scherzato sul fatto che a diventare famosa non fosse stata lei, ma Leila, che il caso aveva fatto somigliare a Carrie «Leila ha lanciato, a mio avviso, una nuova generazione di giovani donne sicure di sé, senza paura, con cui ci si può identificare». Non la infastidiva infatti l’idea che sarebbe stata ricordata solo per il ruolo della principessa di Star Wars e a dimostrazione di ciò la Fisher nel luglio scorso ha nuovamente rivestito i panni dell'eroina stellare, riuscendo a terminare le scene dell’ottavo capitolo della Saga intergalattica, previsto nelle sale per dicembre di quest’anno.

«Non sarei tornata a interpretare Leila alla mia età se mi avesse dato fastidio -spiega- È bello essere lei. Forte e indipendente, tutto quello che avrei voluto essere quando la interpretai per la prima volta nel 1977».

A stroncare i sogni e i progetti dell’attrice però è intervenuto un malore che il 23 dicembre scorso, durante un viaggio in aereo da Londra a Los Angeles, ha gettato un’ombra e un velo di lutto sull’amata Leila. Portata d’urgenza al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles, nonostante avesse dimostrato dei segni di miglioramento, l’ardente fiamma combattiva della Fisher si è indebolita fino a spegnersi del tutto il 27 dicembre all’età di 60 anni.

Numerosi i messaggi di cordoglio lasciati in rete dai fan e dai colleghi, e anche numerose le domande da parte dei primi verso i produttori della serie di Star Wars: che cosa succederà adesso alla Principessa Leila Organa, dato che era in cantiere anche un nono capitolo della Saga?
Sembrava che la produzione fosse in trattative con la famiglia dell’attrice per ricreare il personaggio con l’aiuto della grafica digitale. La Lucasfilm ha però smentito la cosa con un comunicato ufficiale «Vogliamo assicurare i nostri fan che la Lucasfilm non ha alcuna intenzione di ricreare digitalmente la performance di Carrie Fisher come Principessa o come Generale Leila Organa. Carrie Fisher era, è, e sarà sempre parte della nostra famiglia. Era la nostra principessa, il nostro generale e, cosa ancora più importante, la nostra amica. La ferita generata dalla sua morte è ancora aperta, conserveremo con affetto il suo ricordo come Principessa Leila e faremo di tutto per onorare il suo lascito a Star Wars».

Questo comunicato dunque non lascia spazio a dubbi: l’ultima interpretazione di Carrie Fisher sarà mostrata nel dicembre 2017 in Star Wars: Episodio VIII, ma nel cuore dei fan e non solo la Fisher continuerà a vivere con il suo luminoso sorriso e con la viva fiamma della recitazione.

versione stampabile | interviste a personaggi donne


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster