Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Donne Nel mondo, nella storia
Donne nel mondo, nella storiaKaty Kaise, vi presento Prendo Te
di Tiziana Cazziero

Katy Kaise torna con la serie Passioni segrete: arriva Prendo Te.

Ciao Katy grazie per il tuo tempo. Sono trascorsi due anni dalla prima pubblicazione, come mai?
«La prima volta ero inesperta, mi sono gettata in quell’avventura senza sapere bene come affrontare la promozione e come muovermi nei social. Non ho visto molti risultati e mi ero un po’ scoraggiata, però a distanza di tempo la scrittura è come se mi avesse chiamato e ho scritto il secondo libro della serie, Prendo Te. Mi sono presa una lunga pausa ma devo dire che mi ha fatto bene».

Perché il self publishing? Di nuovo?
«Non ho pensato di rivolgermi a una casa editrice, ho voluto seguire la prima strada, solo che questa volta mi sono organizzata diversamente per la promozione».

Di cosa parla la serie?
«Passioni segrete racconta la vita di tre personaggi: Tommaso, Caterina e Mattia. Un triangolo amoroso iniziale che si trasforma nel tempo in una storia intensa con argomenti forti come il bullismo, il dolore per la perdita di una persona cara. Inoltre ho inserito una faida famigliare che mette in risalto problemi spesso presenti nelle famiglie moderne. Attriti, discussioni, vendette, questi sono aspetti trattati per narrare comunque la nascita di un amore, quello tra Caterina e Mattia».

Cosa ci racconti di Mattia?
«Lui è un ragazzo che si innamora subito di Caterina, per lei prova dei sentimenti puri e sinceri, però allo stesso tempo vive con un segreto nel suo cuore e teme che svelarlo possa far allontanare definitivamente quella ragazza da lui. Mattia ha sofferto nella sua vita, se nel presente è un uomo forte e sicuro di sé, nel passato non lo era. Ha dovuto vivere con l’incubo del bullismo e quella condizione vissuta da ragazzino ha forgiato il suo carattere. Sembra essere “guarito” nel presente, ma in qualche modo il passato ancora lo tortura».

Come stai vivendo questa seconda esperienza di autrice?
«Mi sento soddisfatta. In passato avevo deciso di lasciare perdere perché non mi sentivo all’altezza, oggi so che la strada è complicata e molto lunga ma sono contenta di essermi rimessa in gioco con la scrittura, mi mancava. Mi piace ricevere i messaggi dei lettori e poter condividere questa passione con altre persone che amano la scrittura. Sono fiduciosa e ho voglia di andare avanti».

Chi è Katy oggi quando non scrive?
«Sono sempre la stessa giovane donna single che vive con due cani e lavora come commessa in un negozio. Amo leggere e scrivere è la passione che mi trascino fin da ragazzina. Mi piace cucinare, passeggiare e qualche volta quando posso, mi dedico soprattutto ai dolci e piatti freschi e vegetariani».

Cosa c’è di nuovo nel secondo libro della serie, Prendo Te?
«In questo secondo libro come accennavo, assistiamo alla nascita della storia d’amore. Nel primo libro si conoscevano i personaggi, ma è nel secondo che Caterina, la protagonista, prende coscienza dei suoi sentimenti e sceglie Mattia come suo amore. Qui non ha più incertezze, se nel primo era combattuta tra l’amore di sempre, quello dell’adolescenza contro l’arrivo di un altro tipo di amore, nel secondo Caterina non ha più dubbi. Ha rischiato di perdere Mattia e quindi farà di tutto per riconquistarlo. Lui ha un segreto e soprattutto ha perso fiducia in lei e non sarà semplice far trionfare l’amore tra i due. E poi c’è anche un aspetto suspense che dona più mistero alla vicenda».

Parlaci di Tommaso, chi è?
«Tommaso è l’antagonista di Mattia, lui per Caterina rappresenta il primo amore, però ha un’indole enigmatica, misteriosa, non è una bella persona, rappresenta il cattivo e bullo della vicenda. Se posso, aggiungo che ho scritto uno spin off su di lui e presto racconterò del suo passato e del perché è diventato la persona che i lettori hanno conosciuto».

Pensi di continuare con la serie oppure hai in mente altri progetti?
«Sinceramente non lo so, vorrei chiudere con la storia di Tommaso questa serie e cimentarmi nella stesura di qualcosa di nuovo».

C’è un tema in particolare che vorresti affrontare nella tua prossima storia?
«Mi è venuta in mente una storia per un romanzo, anche se ancora l’idea è a grandi linee e da sviluppare, credo che continuerò sulla linea del bullismo, soprattutto quello social, purtroppo so bene che esiste il cyber bullismo, che può essere molto dannoso e nocivo per alcune persone particolarmente sensibili. Un tema ostico del quale secondo me se ne dovrebbe parlare di più. Come autrice mi sono accaduti alcuni episodi spiacevoli su facebook a opera di alcune colleghe, ma per fortuna ci rido sopra anche se penso che questo settore dovrebbe essere rivalutato e ripulito da certe persone che rischiano di rovinare il mondo bello e affascinante dei libri».

Se arrivasse una casa editrice importante?
«Credo che la casa editrice importante sia il sogno di tutte le autrici, cosa potrebbe esserci di più bello nel vedere il proprio libro sul ripiano di una libreria? Dico che è bello sognare e che magari, un sogno, ogni tanto potrebbe avverarsi. Per adesso comunque sto bene così con il self, gestisco bene tutto, ho imparato come pubblicare e sto facendo esperienza anche con la promozione, che sembra essere la parte più difficoltosa».

Grazie Katy, vuoi aggiungere qualcosa non detta?
«Ho una pagina Facebook come autrice e lì possono seguirmi le persone che magari si saranno sentite stuzzicate dalle mie storie, che ricordo sono in vendita su Amazon. Aggiungo anche che tra qualche settimana ci sarà una bella sorpresa e se mi seguiranno in pagina potranno partecipare e scoprire di cosa si tratta. Inoltre la mia pagina, ho deciso di dedicarla alle nuove uscite anche di altre colleghe e pubblico le recensioni delle mie letture».

versione stampabile | interviste a personaggi donne


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster