Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Fabio Bonini tutte le interviste
Fabio BoniniTelegiornaliste anno IV N. 26 (151) del 7 luglio 2008

Fabio Bonini tra la Gente di Mare di Giuseppe Bosso

Giornalista pubblicista, attore teatrale e televisivo, presentatore, doppiatore e scrittore. Fabio Bonini, a lungo volto noto della soap opera Vivere, oggi è conduttore e autore della trasmissione Gente di Mare su Mediolanum Channel.

Si può essere allo stesso tempo attore e giornalista?
«Certo, anche se quello che faccio a Mediolanum Channel non è un lavoro da giornalista tradizionalmente inteso. La mia attività principale rimane quella di attore».

Si è parlato a lungo della chiusura della soap Vivere, in cui hai interpretato due personaggi in epoche differenti. Che sensazioni ti ha suscitato questa notizia?
«Sicuramente molto dispiacere per i colleghi e per quelle maestranze che, ancora oggi, sono rimaste senza lavoro dopo anni passati nella soap, ma questo è uno degli aspetti della precarietà che caratterizza il mestiere di attore. Trovarsi a spasso, talvolta, è quasi inevitabile».

Si sarebbe potuto fare qualcosa per salvare questa soap, in fondo amata da tantissimi spettatori?
«Sì. In ogni caso non è certo per il calo di ascolti che Vivere è stato chiuso. Ancora adesso stanno trasmettendo le repliche di anni fa - in cui c’ero anch’io - e gli ascolti sono sempre buoni».

Ti sei cimentato anche come autore per Un sogno che diventa realtà, il libro che hai scritto quest’anno e che racconta come hai realizzato il tuo desiderio di girare il mondo in barca. Nella nostra era frenetica e spietata c’è ancora posto, dunque, per i sogni?
«Deve esserci assolutamente posto, altrimenti è la fine. L’esperienza che ho raccontato è quella di un ragazzo che fin da adolescente aveva questa aspirazione e che, con il tempo e con il lavoro, è riuscito a realizzare. E’ importante avere sogni, ma soprattutto avere la capacità di rimboccarsi le maniche per trasformarli in realtà».

E a tal proposito, conduci la trasmissione Gente di Mare su Mediolanum Channel, canale dedicato all’economia e alla finanza. Non ti senti un po’ fuori posto in questa collocazione?
«In realtà Mediolanum non è incentrata solo ed esclusivamente su programmi finanziari, anzi. È una vera emittente generalista in cui c’è spazio per tutto, dalle automobili alle barche, dallo sport allo spettacolo».

I tuoi prossimi impegni?
«In autunno mi vedrete in una fiction in prima serata con Raoul Bova, Intelligence, in cui sarò un agente segreto deviato. E tanto per non perdere questa tendenza, ho interpretato anche un killer che insegna addirittura a dei bambini ad uccidere. Questo accade precisamente in un film che spero esca presto nelle sale. Si tratta di Mandala, in cui ho lavorato con il collega Giorgio Biavati, il Giovanni Bonelli di Vivere».

versione stampabile

 


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster