Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Toni Capuozzo (2) tutte le interviste
Telegiornaliste anno II N. 10 (42) del 13 marzo 2006

Orient Express-international da applausi di Filippo Bisleri

È partito (letteralmente) sabato 4 marzo alle 8.30 su Canale 5 il treno del programma Orient Express-international.
Prima puntata molto forte e seconda di impatto altrettanto forte.

Si tratta di un programma di approfondimento, di una sorta di costola di Terra! , il settimanale serale del sabato del Tg5. La sfida del nuovo programma, per il quale si prevede una prima tranche di dieci puntate, è quella di creare una sezione di approfondimento dopo le news del Tg5 delle 8.00 del sabato mattina.

E diciamo che, almeno stando alle prime due puntate, la sfida è stata pienamente vinta, nonostante la poca pubblicità concessagli dalla rete. Unica vetrina nota, quella dedicata da Sandro Provvisionato durante Terra! del 25 febbraio scorso.

Telegiornaliste ha raggiunto Toni Capuozzo, il "papà" del nuovo magazine di approfondimento del Tg5.

Toni, avete scelto un orario coraggioso per lanciare un così bel prodotto. Come mai?
«In effetti l'orario è coraggioso, ma ci consentirà di crescere senza l'assillo dei dati dell'audience e di rappresentare, per la televisione italiana, quello che, per i lettori inglesi, è il grande giornale di approfondimento del week-end».

In calendario avete altre otto puntate. E poi?
«Complessivamente abbiamo ipotizzato una tranche di dieci puntate per aprofondire delle tenatiche che vengono presentate nel tg del mattino. Vedremo come risponderà la gente e poi decideremo il futuro».

Il titolo è una tua idea?
«Sì, mi piaceva l'idea dell'Orient Express che da Instanbul collegava l'Europa all'Oriente».

Con te collaborano Magdi Allam e Fiamma Nierenstein, davvero un bel cast di pezzi da novanta. Concordi?
«Certo, un bel gruppo. Con Magdi avremo sempre qualche problema a limitarci ad interventi da editorialista, perchè lui ha il problema di dover vivere sotto scorta. Io mi occuperò delle storie italiane lanciando sempre i servizi dalle stazioni ferroviarie che, per la prima puntata, sono state dell'Emilia Romagna, un po' dove avete casa voi di Telegiornaliste. Per quanto riguarda, infine, Fiamma Nierenstein, lei ha più familiarità con la carta stampata ma avete già potuto vedere, specie con la prima puntata sul nord di Israele e il problema degli hezbollah del sud del Libano quanto se la cavi bene anche in tv».

Quali le differenze con Terra!?
«Non avremo la necessità di essere politically correct anche se siamo una costola di Terra!, con cui abbiamo in comune la produzione a cura di Claudia Severino e gli operatori. Tuttavia, la redazione di questo programma, che offre l'occasione di conoscere le tre grandi religioni monoteistiche del mondo con le loro differenze interne, come evidenziato nel reportage della prima puntata, che ha affrontato il tema della guerra di civiltà o meno in corso, è differente da quella di Terra!».

 
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster