Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Barbara Dell'Aquila tutte le interviste
Barbara Dell'AquilaTelegiornaliste anno III N. 6 (84) del 12 febbraio 2007

Barbara Dell’Aquila, giornalista ventiquattr’ore su ventiquattro
di Gisella Gallenca

Ci sono due aggettivi per descrivere la carriera di Barbara Dell'Aquila, giornalista e conduttrice di Sky Tg24: varia e… avventurosa. Dopo la laurea in Scienze Politiche e qualche anno di esperienza in ufficio stampa, una vera e propria crisi: Barbara si rende conto che il suo posto è dall’altra parte, tra chi l’informazione la fa. Una fuga alle Hawaii precede il suo ingresso nel mondo del giornalismo televisivo: inizialmente a Rete Oro, poi a Stream e, infine, a Sky.

La tua carriera si è sviluppata soprattutto nell’ambito della televisione satellitare. È una scelta casuale o ragionata?
Barbara Dell'Aquila«Da un lato è stato un caso. Ma in realtà la mia tesi di laurea era incentrata sulla televisione via cavo e su Stream. L’ambito delle nuove televisioni era quindi un settore che già mi interessava molto».

Come vedi il futuro dell’informazione sul satellitare, soprattutto in rapporto alla televisione classica?
«Penso che sia un settore in espansione, che in un futuro prossimo è destinato ad affermarsi sempre di più in Italia, così come è già successo negli Stati Uniti. Tuttavia è un prodotto diverso dalla televisione via etere, e questi due mondi continueranno a convivere: ad esempio, il telegiornale di Sky è particolare, in quanto va in onda ventiquattro ore su ventiquattro, in una modalità differente rispetto al tg tradizionale. In ogni caso, la risposta da parte del pubblico è attualmente positiva e in crescita».

Barbara Dell'AquilaCom’è la tipica giornata lavorativa in un’emittente che dà informazioni a flusso continuo, per tutto il giorno?
«La giornata è molto intensa. Mi sveglio alle 3.30 ed esco di casa alle 4.15; alle 5.00 sono al trucco; e conduco dalle 6.00 alle 11.30. In parte, comunque, dipende dal ruolo che si ricopre. Io, ad esempio, sono conduttrice; ma quando non conduco sto in redazione oppure mi occupo della "confezione" del telegiornale, organizzando i servizi che provengono da tutta Italia. Quest’ultimo compito, in particolare, è molto frenetico, in quanto le notizie vengono aggiornate in continuazione e in tempo reale (anche mentre il tg va in onda); però dà anche molta soddisfazione».

Qual è il tuo consiglio per chi vorrebbe intraprendere la carriera giornalistica in un canale satellitare?
«Forza di volontà e determinazione, prima di tutto, perché è un lavoro che comporta dei sacrifici. E passione, per non scoraggiarsi di fronte ad attività molto faticose. Infine curiosità, voglia di imparare e umiltà. Anche la gavetta è importante!».

versione stampabile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster