Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Paolo Giani tutte le interviste
Telegiornaliste anno III N. 22 (100) del 4 giugno 2007

Paolo Giani: iniziare bene la giornata di Giuseppe Bosso

Nato a Roma nel 1956, Paolo Giani è giornalista professionista dal 1982. Conduce con Elisa Anzaldo, Luca Giurato ed Eleonora Daniele Uno Mattina, dopo averne condotto, nel 2002, l'edizione estiva con Sarah Felberbaum. Ha condotto tutte le edizioni del Tg1,tranne quella serale.

Come sta vivendo questa nuova esperienza a Uno mattina, di cui conduce gli spazi riservati al Tg1?
«Con il massimo impegno e anche con una punta di nostalgia, avendo visto crescere questo programma fin dalla prima edizione, nel 1986; è stata la prima redazione che ho avuto modo di frequentare al Tg1, dopo sette anni passati in una sede regionale della Rai. A Uno Mattina ho condotto le edizioni del telegiornale, e mi sono dedicato a reportages e collegamenti esterni. Ho anche condotto l’edizione estiva, nel 2002, con Sarah Felberbaum, una ragazza che, nonostante fosse giovanissima, mi ha colpito per la sua acutezza. Quest’anno ho risposto con entusiasmo alla chiamata di Riotta».

In questi ultimi anni Uno Mattina si è caratterizzata per un’ideale combinazione tra informazione e spettacolo, tra giornalisti e personaggi della tv: lei come affronta questa “commistione”, se così si può dire, tra intrattenimento e news?
«Da parte mia ho sempre cercato di fare informazione in modo meno ingessato dal solito. E’ bene distinguere tra serietà e seriosità: qualcuno fa confusione tra questi due termini, magari chi non riesce a non essere solo serioso… Secondo me è la seriosità che, in misura eccessiva, può non piacere al pubblico. Quindi, pur essendo inflessibile su rigore e professionalità, con Elisa cerco sempre di dare un po’ di brio alla conduzione, non disdegnando una battuta quando si può fare. Dai riscontri che ho, credo che la cosa venga apprezzata».

Che differenza riscontra tra condurre un tg e curare gli spazi di informazione di una trasmissione?
«In un programma come Uno Mattina hai maggiori spazi per muoverti e puoi anche dare spazio a una maggiore… “estrosità”, conducendo un tg non ci si può scansare troppo da atteggiamenti “classici”, e credo vada bene così. Anche se devo dire che molti colleghi, soprattutto colleghe, negli ultimi anni hanno trovato una maniera diversa dal solito di condurre le edizioni del tg».

E' essenziale il feeling tra colleghi per ottenere buoni ascolti?
«Assolutamente sì, e penso che Riotta abbia orientato le sue scelte proprio tenendo conto di questo, oltre che ovviamente tenendo conto delle capacità professionali di ognuno di noi; Luca Giurato è un amico che conosco da una vita, Elisa da circa una decina d’anni e posso dire che l’affetto è lo stesso. Eleonora Daniele è stata una piacevole scoperta, siamo subito entrati in sintonia e del resto è come la vedete in tv, solare e spontanea, per cui l’affiatamento con tutti è ottimale».

Dopo la vicenda Mastrogiacomo, e gli altri casi di sequestro di giornalisti di guerra, pensa che bisognerebbe limitare la libertà di azione dei colleghi?
«Il giornalismo è un mestiere bellissimo, ma anche pieno di rischi: non ci sono alternative, se vuoi fare un’informazione completa e reale, devi andare a toccare con mano quello che poi vuoi raccontare. Lo sapeva benissimo Daniele e lo sanno tutti i colleghi che si recano in quelle zone.
Penso che sia fin troppo facile limitarsi a fare le corrispondenze chiusi nella tranquillità di una stanza d’albergo, quindi sono sicuramente dalla parte di quei colleghi che, pur tra mille pericoli, cercano di portare nelle case della gente un’informazione completa ed esauriente».

versione stampabile

 


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster