Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Fiammetta La Guidara tutte le interviste
Fiammetta La GuidaraTelegiornaliste anno IV N. 38 (163) del 27 ottobre 2008

Fiammetta La Guidara, nomen omen di Giuseppe Bosso

Fiammetta La Guidara è giornalista pubblicista dal 1997. Attualmente conduttrice sul canale tematico Nuvolari di Fuori Pista, primo tg interamente dedicato al mondo dei motori, ha lavorato anche nella carta stampata, collaborando con Gazzetta dello Sport e Motitalia, e tuttora scrive su Motosprint.

Giornalista specializzata in motori: per passione o per destino?
«Assolutamente passione. Fin da bambina ho amato il mondo dei motori e in particolar modo quello del motomondiale, tanto che mi svegliavo in piena notte o all'alba per seguire le gare che venivano trasmesse dall’Australia. Appena compiuti i sedici anni ho acquisito anche il patentino per la moto: passione pura!».

Nell’intraprendere la carriera giornalistica in un settore ancora maschile hai incontrato diffidenze dai colleghi?
«No, anzi. Mi hanno accolta con pieno spirito di cameratismo, anche con simpatia. Fin dall’inizio hanno capito la mia passione, e devo dire che sono stata sempre trattata molto bene».

Claudia Peroni ci ha detto che le donne che si avvicinano al giornalismo dei motori lo fanno più che altro per un aspetto mediatico. Non per vera passione.
«Per qualcuna può essere un modo per mettersi in mostra. Ma se non hai competenze, se non mostri le tue doti, difficilmente vai avanti».

Il motociclismo italiano è molto legato all’immagine di Valentino Rossi, che però tende a fare notizia anche per vicende extrasportive. Cosa ne pensi?
«Dopo i tempi di Agostini, Uncini e Lucchinelli, il motociclismo italiano aveva bisogno di un nuovo eroe, di un personaggio che catturasse l’attenzione dei media e degli addetti ai lavori.
Prima di Valentino sono emersi piloti come Capirossi e Biaggi che hanno permesso al pubblico italiano di tornare ad appassionarsi a questo sport. Questo ha avuto dei riflessi anche dal punto di vista dell’offerta al pubblico televisivo, visto che in precedenza, e ti parlo anche dei miei trascorsi come spettatrice, le gare del motomondiale non venivano nemmeno trasmesse per intero e meno che mai il podio».

Qual è lo scopo della "tua" tv, Nuvolari?
«Fornire 24 ore su 24 piena informazione agli appassionati delle due e quattro ruote. Negli ultimi anni i nostri sforzi si sono concentrati anche su quegli eventi come il MotorShow e il Salone della Moto, oltre che sulle gare, molte delle quali seguite in diretta, come la prestigiosa 24 Ore di Le Mans. Cerchiamo insomma di fare un lavoro a 360°».

L’apprezzamento più bello che hai ricevuto dai piloti che hai intervistato e... Quello che ti ha imbarazzato?
«Mi ha fatto piacere che molti abbiano sottolineato come gli fosse evidente la mia passione per il loro mondo. Imbarazzo? No».

In futuro che tipo di programma ti piacerebbe condurre?
«Sono molto soddisfatta del presente e del programma che conduco, Fuori Pista, in cui ho la possibilità di affrontare tutti i temi d’attualità attraverso servizi, inchieste e interviste con ospiti in studio. E’ già un buon traguardo».

Una donna appassionata di moto affascina o intimorisce gli uomini di oggi?
«Intimorisce, purtroppo. L’ho notato, è uno degli aspetti meno positivi del mio lavoro. Magari all’inizio suscita anche una certa curiosità ed interesse, ma poi subentra una sorta di timore».

Hai mai avvertito condizionamenti nel tuo lavoro?
«No, ho sempre potuto lavorare in maniera libera ed autonoma, ho sempre avuto la possibilità di dire quello che volevo e anche a Nuvolari nessuno mi ha mai detto come pormi o cosa dire».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster