Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Raffaella Lanza tutte le interviste
Raffaella LanzaTelegiornaliste anno IV N. 9 (134) del 10 marzo 2008

Raffaella Lanza, giornalista con personalità
di Paolo Pulcina

Simpatica, intraprendente e cordiale, Raffaella Lanza è la conduttrice di Big Match, trasmissione di QuartaRete Nord inerente al panorama sportivo e calcistico di Vercelli, Biella e Novara, in onda ogni lunedì e venerdì.

Raffaella, come hai iniziato la carriera?
«Credevo di riuscire a laurearmi in giurisprudenza, ma ho iniziato a collaborare con giornali locali, finché ho ottenuto il tesserino da pubblicista regionale. Ho proseguito in queste collaborazioni espandendo il campo al settore radio, a RadioCity Vercelli, dove tuttora lavoro a tempo pieno, e al settore televisivo, a QuartaRete Nord. Poi ho sentito la necessità di propormi come vera e propria professionista, tanto da buttarmi allo sbaraglio e tentare il concorso a Roma. Vuoi per il mio retaggio universitario di settore, vuoi per una gran bella dose di fortuna, al primo tentativo sono riuscita a superare l’esame. Così, dal 2005, sono giornalista professionista».

Come ti relazioni in un ambiente principalmente maschile, come quello delle redazioni calcistiche?
«Condurre Big Match è divertente e molto piacevole. La redazione, completamente composta da uomini eccetto me, mi coccola fin troppo. Non ho mai trovato situazioni sconvenienti o imbarazzanti».

Quanto fa crescere lavorare nelle tv locali?
«Molto. Nelle tv locali devi prepararti il pasto da sola, mentre i colleghi ti sottopongono i contenuti e le materie prime. All’inizio devi dimostrare di essere più preparata degli uomini, altrimenti il pregiudizio ti stronca subito. Superato questo scoglio, però, ottieni gratificazione e fiducia. Non mi lascio spaventare tanto facilmente».

C'è un aneddoto particolare riguardo la tua prima conduzione. Ce lo racconti?
«Un amico della tv mi chiese se fossi interessata a condurre Big Match e poi, per mesi, non si fece più vivo. Finché, un giorno di settembre del 2000, mi richiamò per domandarmi se fossi ancora intenzionata. Risposi di sì e mi presentai la sera stessa negli studi di QuartaRete Nord. Mi fecero sedere su uno sgabello, mi diedero dei fogli e mi posizionarono la telecamera davanti, fingendo una prova. Subito dopo mi dissero: "Fra un minuto sei in diretta". Scoppiai a ridere, ma dato che non mi imbarazzo quasi mai, condussi la trasmissione con personalità. E da quella volta, è praticamente sempre così».

versione stampabile

 


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster