Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Valentina Lodovini Tutte le interviste tutte le interviste
Telegiornaliste anno IV N. 15 (140) del 21 aprile 2008

Schermi d’Amore 2008, Verona s’innamora ancora di Camilla Cortese

Valentina LodoviniSi è appena concluso Schermi d’Amore, il festival scaligero dedicato al cinema mélo e sentimentale: ospiti internazionali, convegni, premiazioni e grande successo di pubblico nella kermesse che ha visto l’incontro in sala tra classico e moderno, il tocco di maestri e contaminazione dei nuovi linguaggi. Tutto sotto il segno della rosa rossa, simbolo della manifestazione.

Quattro i percorsi di quest’anno: dagli schermi dei maggiori festival internazionali, Panorama ha proposto come di consueto film cult, preziose anteprime e capolavori restaurati, presentando le esperienze di Nicholas Ray, Raoul Walsh, Joseph Losey e Rainer Werner Fassbinder.

Spazio alla doppia rassegna monografica su George Cukor e François Ozon: Il cinema è femmina – Omaggio a George Cukor, una retrospettiva dedicata al grande maestro del cinema classico e “regista delle donne” a 25 anni dalla morte; 5 x 2 – Dieci film di François Ozon, celebrazione di un autore molto amato dalle proprie attrici, che ha raccolto l'eredità di Cukor.

Tante novità multimediali con le sezioni MiniLab e I Love You Too, in un’edizione che per la prima volta è stata seguita sulla Web Television di Schermi d'Amore. Infine Amori in (con)corso, consueta sezione dedicata alle opere in concorso che ha mostrato come il melodramma sia in grado di celarsi dietro generi insospettabili.

I premi sono andati a La soledad di Jaime Rosales che si è aggiudicato il Premio Calzedonia, mentre Roser Aguilar con A Lo mejor de mí ha conquistato il Premio Speciale della Giuria. Ancora, miglior interprete a Woody Harrelson per The Walker, un ex aequo per il Premio Stefano Reggiani tra Hallam Foe di David Mackenzie e Lo mejor de mí di Roser Aguilar (anche Premio del Pubblico). Per la Giuria Giovani, vittoria di Hallam Foe di David Mackenzie e menzione a Never Forever di Gina Kim.

Abbiamo scambiato due parole con Valentina Lodovini, attrice emergente definita “la meglio gioventù del cinema italiano” e affascinante madrina della serata d’apertura.

Credi molto nelle iniziative che fanno conoscere i nuovi talenti?
«Tantissimo. Sono veramente emozionata e fiera di essere qui, lusingata di esser stata scelta come madrina. Questo festival è veramente speciale tanto da sembrare un festival europeo. Credo ci vogliano molta passione e fatica per organizzare eventi così, ed è una cosa da salvaguardare e proteggere».

È vero che consideri il lavoro dell’attrice come una necessità?
«(Ride, ndr) Io ho proprio l’urgenza, il bisogno di fare questo lavoro. Lo amo profondamente, è una fede».

Cosa cerchi in un copione quando lo leggi? Empatia o realismo?
«Dipende. Mi piacciono le storie che fanno riflettere e ammiro i registi di rottura. Sono fiera di aver lavorato con Sorrentino, Comencini e Mazzacurati perché sono autori che non si adagiano sul loro passato glorioso, ma rischiano e creano uno stile ricco di sfaccettature».

In La giusta distanza di Carlo Mazzacurati ti hanno definita “la faccia giusta nel film giusto”. Secondo te è corretto? Cosa significa questo per un attore?
«Secondo me non è vero, il mio mestiere consiste nel diventare tante cose diverse. Ho avuto la fortuna di lavorare con persone che hanno visto in me sempre qualcosa di differente e mi hanno proposto ruoli dissimili. Cerco sempre di sfuggire agli stereotipi e faccio delle scelte. Ora sto aspettando un film che mi trasformi fisicamente perché finora la mia immagine è rimasta uguale».

Sei nelle sale con Riprendimi di Anna Negri. In scena, un triangolo amoroso in cui tu sei l’altra...
«È un ruolo carico di passionalità e sensualità, di irruenza e cinismo. L’ho fatto anche perché non risulterà tanto simpatico alle donne, però non mi spaventa, anzi mi serve fare l’antipatica».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster