Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Carlo Lucarelli tutte le interviste
Carlo LucarelliTelegiornaliste anno IV N. 24 (149) del 23 giugno 2008

Lucarelli, la forza della letteratura di Erica Savazzi

«La forza della letteratura è rendere vive delle notizie che magari leggiamo sui giornali in maniera ripetitiva. Quando le mettiamo in un romanzo diventano un’altra cosa, diventano cose vere», ci dice Carlo Lucarelli, scrittore, sceneggiatore, conduttore televisivo e radiofonico. Giallista da sempre, ultimamente si è dedicato al fumetto – Cornelio, da poco in libreria – e al romanzo storico.

L’Ottava vibrazione racconta della campagna italiana in Eritrea. Perché ha scelto di parlare di avvenimenti quasi dimenticati?
«Proprio perché sono avvenimenti di cui non si parla e che invece sono molto importanti per la nostra storia. E il romanzo può andare a riscoprire dei momenti del passato e ridargli vita e interesse. Questa è la sua funzione e questo è quello che ho cercato di fare».

Secondo lei la letteratura può dare risposte riguardo al passato e indicazioni per il futuro?
«Certo. Quello che fa la letteratura è riprendere il passato, cogliere il presente e addirittura il futuro - nel senso che immagina cose che non sono accadute e magari non accadranno - e svelare i meccanismi che stanno dentro le cose in una maniera molto appassionante e accattivante. Secondo me questo serve a cambiare la realtà che viviamo e soprattutto a cambiare il futuro».

La bellezza della letteratura può migliorare il mondo?
«Sicuramente sì, la bellezza è anche un mezzo per arrivare da qualche parte e la bellezza delle pagine scritte serve a portarsi dietro un messaggio. Quando tramite la letteratura viene recepito un messaggio importante, allora ecco che essa ha eseguito il suo compito».

Ci può essere identificazione tra realtà e letteratura?
«Se l’autore è bravo capisci che quello che racconta sono fatti che accadono e, anche se non a te, accadono a un personaggio del quale ti interessa il destino: è come se accadessero a tuo amico. Di conseguenza, è come se accadessero a te».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster