Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Marika Micalizzi tutte le interviste
Telegiornaliste anno III N. 30 (108) del 30 luglio 2007

Marika Micalizzi, una giornalista in crescita di Giuseppe Bosso

Marika Micalizzi, nata a Messina, è iscritta all'Elenco dei giornalisti pubblicisti dal 2004. Conduce il tg di RTP. In precedenza, sempre per la stessa emittente, ha partecipato ad un format e collaborato a due programmi sportivi dal 2001 al 2007.

Quali sono le difficoltà nel fare informazione in Sicilia, terra affascinante e in alcuni tratti “lontana” dal resto della penisola?
«Non è semplice ma è stimolante poter operare nella nostra realtà, a contatto diretto con la gente. È la cosa che più mi piace».

Qual è l’intervista o la notizia che più le è rimasta impressa nella sua carriera?
«Difficile dirlo, visto che ho cominciato da pochi anni a fare questo lavoro. Tutte le interviste che ho fatto sono importanti per me, e le ho fatte sempre con il massimo impegno».

E sempre a proposito di RTP, ha mai avvertito, nella gestione del telegiornale, pressioni anche di natura politica? A livello locale si pensa che siano maggiori che a livello nazionale, concorda?
«Per quanto ci riguarda posso dire assolutamente no, siamo perfettamente liberi nel nostro lavoro e non subiamo pressioni di nessun tipo. A livello nazionale, non posso certo parlare per esperienza diretta…».

Suo marito è stato fino a poco tempo fa l’addetto stampa del Messina Calcio: avete mai avuto screzi relativi al “trattamento” che la sua emittente ha dato alla squadra?
«No, e le spiego perché: il nostro lavoro ci prende così tanto che quando siamo a casa dobbiamo necessariamente staccare la spina, e quindi non ne parliamo proprio mai. Se non facessimo così, non credo potremmo stare insieme…».

Ha qualche modello a cui ispirarsi, una collega che ammira in particolare?
«Premesso che io cerco di essere sempre me stessa, devo dire che tra le telegiornaliste nazionali ammiro molto Maria Luisa Busi».

Telegiornaliste le ha innegabilmente dato molta visibilità, non solo a livello locale: è una cosa che la lusinga, oppure ha provato imbarazzo nello scoprire di avere questo seguito?
«Quando appresi del sito, confesso che inizialmente provai un po’ di disagio nel sapere che qualcuno mi seguisse, che mettesse delle mie immagini sul forum. Ma col tempo mi sono resa conto che la vostra è una realtà interessante, e vedo che ci sono anche delle colleghe che si sono proposte loro stesse, cosa che io non farei mai. È un’idea interessante che può permettere anche a chi, come me, opera in una realtà locale, di farsi conoscere anche altrove».

Qual è il suo sogno nel cassetto?
«Spero di poter continuare a fare questo lavoro che amo, e crescere. Crescere rimanendo comunque sempre con i piedi per terra e con la massima professionalità».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster