Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Maria Paola Orlandini tutte le interviste
Maria Paola Orlandini - Art NewsTelegiornaliste anno IV N. 10 (135) del 17 marzo 2008

Maria Paola Orlandini, la mia vita per l’arte
di Nicola Pistoia

Ogni sabato mattina su Rai3 va in onda un contenitore di mezz’ora dedicato alla cultura e in particolare all’arte. Art News è un format targato Rai Educational a metà strada tra un programma d’intrattenimento e un telegiornale. In ogni puntata, le inviate di turno raccontano in modo elegante e dettagliato il mondo dell’arte in tutte le sue forme, prendendo spunti da mostre ed esposizioni.
Autrice, conduttrice e soprattutto anima di Art News è Maria Paola Orlandini. Donna di grande professionalità e raffinatezza, la Orlandini invita i telespettatori ad amare l’arte perché, come lei stessa sostiene, fa parte della vita di ognuno. Noi di Telegiornaliste l’abbiamo incontrata.

Come è nata l'idea di realizzare un programma dedicato all'arte?
«E' nata dall'esigenza, espressa dal direttore di Rai Educational Giovanni Minoli, di trattare temi di attualità legati all'arte e alla cultura, spesso trascurati dalla televisione generalista. La struttura della quale sono responsabile, Magazzini Einstein, realizzava già dal 2001 programmi su mostre, personaggi, eventi e festival, oltre alla produzione di documentari d'arte».

Con chi divide questo progetto?
«Con Luigi Ceccarelli che firma con me Art News. Poi ci sono le inviate: il loro apporto, come quello dei registi che lavorano al programma, è indispensabile. La formula delle inviate sul posto rende la comunicazione facile e gradevole e fa venire voglia di andare nei luoghi che, con tanta grazia, sono stati illustrati».

In base a cosa scegliete gli argomenti da trattare?
«Sulla base dell'acquolina in bocca che fanno venire a noi: proponiamo quello che vorremmo andare a vedere. Il piacere è alla base della percezione dell'arte».

Come spiega i buonissimi ascolti nonostante i programmi culturali siano quasi sempre snobbati?
«Perché spesso si dimentica che l'arte ha a che fare con la vita. E' quello che cerchiamo di far trasparire noi, soprattutto dai miei interventi in studio. Per parlare della mostra sui barbari e l'impero romano, diciamo che i popoli si sottomettono con la cultura più che con la guerra, come insegna la fortuna dei jeans, di Elvis Presley o del sushi, oggi, o dei mobili francesi e delle terme dei romani, ieri».

Crede che l'arte italiana sia ben valorizzata o pensa che si debba percorrere ancora molta strada?
«Ancora moltissima strada, soprattutto tra gli italiani».

L'opera pittorica, scultorea o architettonica più bella in assoluto, a suo giudizio?
«Quella che, in un momento della tua vita, ti trasmette emozioni che non dimenticherai più».

Ci sono, secondo lei, luoghi in Italia abbandonati a sé stessi?
«Molti, credo. Ma è pur vero che siamo un Paese fortunato, e mantenere tutto questo ben di Dio non è facile per nessun governo».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster