Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista ad Alessio Zucchini tutte le interviste
Alessio ZucchiniTelegiornaliste anno IV N. 40 (165) del 10 novembre 2008

Alessio Zucchini, soddisfazioni al Tg1
di Giuseppe Bosso

Alessio Zucchini è giornalista professionista dal 2001. Muove i primi passi nel mondo del giornalismo in radio, poi nell’agenzia APCOM. Attualmente fa parte della redazione Speciali del Tg1.

Cosa significa per te lavorare al Tg1?
«Una soddisfazione enorme, ma soprattutto una grande opportunità. Sono solo all’inizio, ho ancora molta strada da fare e tutto da dimostrare».

Per molti giornalisti la massima aspirazione è fare gli inviati di guerra. È anche la tua?
«Mi piacerebbe molto. Fin da bambino seguivo i grandi inviati impegnati nelle zone a rischio. Ero affascinato da questi giornalisti disposti a rischiare la loro vita per raccontare il dramma degli altri. Sognavo di diventare come loro».

Il bello e il brutto di essere un giornalista del Tg1?
«E’ bello lavorare in un ambiente così stimolante. Sei spinto a dare il massimo, a fare sempre di più. Il brutto? A volte questo voler dare il massimo provoca competizione, e non sempre è un aspetto sano».

La differenza che hai avvertito lavorando alla redazione Speciali rispetto al normale Tg?
«Gli Speciali hanno un passo diverso: c’è più tempo per pensare, per girare le immagini, per approfondire i temi. Il lavoro al Tg è più "adrenalinico". I tempi sono stretti, devi fare in fretta, prendere decisioni rapide. Insomma, due modi di lavorare diversi e credo sia importante imparare entrambi».

Ultimamente hai realizzato uno Speciale sulla passione degli italiani per i concorsi di bellezza: le ragazze di oggi sognano ancora la grande popolarità che si conquista in passerella, per esempio a Salsomaggiore?
«Per molte ragazze, sfilare in passerella è il sogno di una vita, e non solo a Salsomaggiore. In Italia ci sono concorsi di bellezza di tutti i generi e per tutte le età. Sul palco, sotto i riflettori, finiscono anche bambini per la gioia di genitori che non sempre si rendono conto di quanto questo possa essere pericoloso. Così "si rischia di crescere dei figli infelici", come ha detto il fotografo Oliviero Toscani, intervistato per lo Speciale.

versione stampabile

 


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster