Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Fabrizia Aralla   Tutte le interviste tutte le interviste
Fabrizia ArallaTelegiornaliste anno IX N. 23 (367) del 10 giugno 2013

Fabrizia Aralla: l’equitazione è il mio grande amore
di Giuseppe Bosso

Volto emergente di Sky Sport24, intervistiamo Fabrizia Aralla.

Com'è arrivata a Sky?
«Ad aprile 2012, per uno stage di tre mesi a conclusione del praticantato previsto dalla scuola di giornalismo; a luglio mi hanno fatto un contratto di sostituzione estiva di altri tre mesi e a dicembre 2012 mi hanno proposto un altro contratto a tempo determinato».

Per lei punto di arrivo o nuovo inizio?
«Sky è certamente un punto di partenza per la mia carriera; quando sono arrivata avevo già diversi anni di esperienza alle spalle, ma è stato come ricominciare, con un nuovo metodo; una nuova visione della professione di giornalista, improntata alla ricerca della perfezione e del dettaglio che rende unico e inedito il racconto di un evento».

Giornalista sportiva per scelta o casualmente?
«Nonostante io non mi sia occupata tanto di sport in passato, ho sempre creduto che chi scrive di sport sa scrivere, e bene, di qualsiasi altra cosa; per questo ho scelto SkySport24; è stata un'esperienza non facile, soprattutto all'inizio, ma ora sono soddisfatta dei traguardi che ho raggiunto e del mio nuovo modo di scrivere».

Si dà troppo spazio al calcio a discapito di altri sport dove pure abbiamo atleti che ci gratificano secondo lei?
«Io credo che Sky abbia dato dimostrazione di essere una realtà attenta non solo al calcio: basta considerare l'esclusiva dell'Olimpiade di Londra 2012, l'acquisizione dei diritti del Mondiale di Formula 1 e della Motogp che trasmetteremo dal 2014. Questi sono alcuni esempi che lo dimostrano, ma non solo: in occasione del Giro d'Italia abbiamo dedicato intere edizioni del tg sportivo a studi di approfondimento e analisi della tappe; e poi tra i gioielli di Sky Sport ci sono senz'altro l'Nba e il rugby».

Cosa farà da grande?
«Io non faccio la giornalista: prima di tutto, sono una giornalista. Tra vent'anni mi vedo ancora così, con una passione sconfinata per questa professione: il mio sogno è diventare una conduttrice di Sky».

L'evento che vorrebbe raccontare è...
«Il Gran Premio Roma di salto ostacoli nel weekend di Piazza di Siena, a fine maggio: l'equitazione non è un evento targato Sky Sport, ma non si può mai dire...».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster