Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE NONSOLOMODA TUTTO TV PINK NEWS DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Alessia Ceccarelli   Tutte le interviste tutte le interviste
Alessia CeccarelliTelegiornaliste anno X N. 8 (396) del 3 marzo 2014

Alessia Ceccarelli: quante differenze tra Italia e Inghilterra, ma ho preferito tornare qui
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Alessia Ceccarelli, volto di Tgcom24, dal 2003 in forza a Mediaset dopo aver lavorato a Il Giornale e, per un breve periodo, a Londra a Bloomberg Television.

Cos'ha provato la prima volta che, a Tgcom24, si è trovata in conduzione, dopo tanti anni come inviata?
«Per me è stata una vera sfida. Non avevo molta esperienza davanti alla telecamera; mi confrontavo con colleghi già esperti. Ogni tanto, qualche intoppo, c’è stato. Ma il mio lavoro è bello anche perché ci sono, spesso, nuovi traguardi da raggiungere».

Ha lavorato anche a Londra: avrebbe preferito restare nel Regno Unito e tentare lì la carriera giornalistica?
«Avrei potuto proseguire in Gran Bretagna, ma ho preferito tornare in Italia. Sono contenta di aver avuto la possibilità di fare questo lavoro nel mio Paese».

Quali differenze ha potuto riscontrare tra il giornalismo britannico e quello italiano?
«Sostanziali differenze non le ho riscontrate nel lavoro, ma nella legislazione sì: sono arrivata a Londra e dopo tre settimane avevo già un contratto come giornalista. In Italia è tutto più difficile: puoi fare la precaria per anni e, magari, non essere mai assunta. I contratti sono molto più “blindati” per l’editore e, quindi, le assunzioni avvengono con meno facilità».

Ha lavorato con Costanzo, Belpietro, Cristina Parodi a Verissimo: cosa le hanno trasmesso?
«Cristina Parodi mi ha dato prova, più volte, di essere una professionista; Costanzo è uno dei massimi conoscitori della tv in Italia. E con Belpietro, in realtà, si è trattato di un ritorno: è stato il mio primo direttore a Il Giornale. E poi, con lui, mi sono occupata di politica che, insieme all’economia, è uno dei settori che mi appassiona di più».

Come potrà notare è molto apprezzata dai nostri lettori: cosa pensa del nostro sito?
«Mi sono stupita che esistesse un sito dedicato ai giornalisti; in realtà è una professione molto ambita, e quindi capisco che il nostro lavoro sia seguito da molte persone».

Il look di Alessia Ceccarelli detto da lei.
«Per il look, in onda, seguo le regole della testata. Fuori dal video mi piace lo stile casual, salvo occasioni più formali».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE NONSOLOMODA TUTTO TV PINK NEWS DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster