Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Benedetta Degli Innocenti   Tutte le interviste tutte le interviste
Benedetta Degli InnocentiTelegiornaliste anno X N. 18 (406) del 12 maggio 2014

Benedetta Degli Innocenti: la mia voce tra Pepa e altre protagoniste del futuro
di Giuseppe Bosso

Da ormai un anno presta la voce alla protagonista della popolarissima soap spagnola Il Segreto Pepa Aguirre, alias Megan Montaner, vero successo del 2013 per Canale 5, riscuotendo ampi consensi. Ma per quanto giovanissima Benedetta Degli Innocenti vanta già un curriculum di tutto rispetto, e non solo come doppiatrice. Mentre la intervistiamo è alle prese con la preparazione dello spettacolo teatrale Molto rumore per nulla, inscenato al teatro Tor Bella Monaca di Roma da La Bottegartistica, che l’ha vista interpretare, a fine aprile, il ruolo di Ero.

Immaginavi, mentre eri impegnata nel doppiaggio di Pepa, che Il Segreto potesse avere questo successo in Italia?
«Sinceramente no; credevo che ormai la soap opera fosse un genere che avesse fatto il suo tempo».

Se incontrassi Megan Montaner, cosa le chiederesti?
«Se le è capitato di ‘ascoltarsi’ con la mia voce, se le è piaciuta…».

Il Segreto non è tuttavia la classica storia a lieto fine, come presto avremo modo di vedere: questo potrebbe portare a un allontanamento dagli spettatori, senza il personaggio da te doppiato?
«Non so… la storia andrà avanti con la figlia di Pepa, con altre avventure… però certo la perdita di un personaggio al quale ormai gli spettatori si erano affezionati potrebbe anche avere ripercussioni».

A differenza di molti tuoi colleghi hai avuto modo di inserirti in questo ambiente tradizionalmente familistico tramite un corso: cosa ti ha spinto a tentare questa strada e dove pensi ti porterà?
«La passione che fin da bambina avevo per questo che non considero un mestiere. Mi divertivo a riconoscere e indovinare le voci, ma non immaginavo che avrei seguito questo percorso. E invece a 17 anni mi sono trovata a questo corso che mi ha portata nel giro di due anni a trasferirmi a Roma».

Christian Iansante, uno dei tuoi maestri, ha avuto belle parole per te, dicendo tra l’altro “continuerà fino a 50 anni e oltre in questo mestiere”: pensi che sarà davvero questa la tua strada?
«Sì – ride, ndr – penso proprio che andrò avanti fino a quanto non sarò proprio muta del tutto…».

Ma cosa farai da grande?
«Spero di fare la voce di attrici importanti che faranno cose importanti».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster