Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE NONSOLOMODA TUTTO TV PINK NEWS DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Ursula Cospito   Tutte le interviste tutte le interviste
Ursula CospitoTelegiornaliste anno X N. 12 (400) del 31 marzo 2014

Ursula Cospito:
giornalista per la mia Basilicata e per il calcio

di Giuseppe Bosso

Già volto dell’emittente lucana Blu tv, professionista dal 2009, incontriamo Ursula Cospito.

Di cosa ti sei occupata ultimamente?
«Ultimamente ho scritto e condotto un programma dedicato al campionato lucano di Eccellenza di calcio Il cucchiaio su una webtv, Jonica Tv; la mia passione per il calcio mi permette di collaborare anche con diverse radio e tv locali, tra cui Trm, La Nuova Basilicata, Radio Color e Radio Senise Centrale. Un lavoro, quello sul "campo verde", che mi ha dato la possibilità di incontrare persone meravigliose con cui condividere la mia passione per il pallone».

Pro e contro di essere giornalista in Basilicata e in genere al sud.
«La Basilicata è la terra che amo, e quando ho scoperto la mia passione per la tv ho da subito sognato di voler lavorare "nella e per la" mia terra. Piano piano e soprattutto dopo averci provato, devo riconoscere con amarezza che non c'è spazio per chi sogna di fare il giornalista come professione in Basilicata. Purtroppo si vive di approssimazione illudendo e sfruttando ragazzi presi da altri campi e facendo loro credere che sono giornalisti. Questo abbassa il livello e soprattutto rovina sia i malcapitati buttati in pasto ai leoni, che quanti per fare questa professione hanno investito tempo, soldi e studi».

Qual è stata l’intervista o il servizio che ti hanno maggiormente soddisfatto?
«Ho seguito un torneo di calcio di bambini e ho realizzato un servizio con interviste ai piccoli e La leva calcistica della classe ‘68 in sottofondo... quel ragazzino con la maglia numero 7 è ancora tra i miei ricordi più belli. Poi ovviamente per un'amante del calcio essere stata a Formello alla presentazione della Lazio nel 2008, quando facevo uno stage a RomaUno Tv, non si dimentica…».

In prospettiva futura preferiresti tentare un’esperienza al nord o restare dove sei?
«In prospettiva futura, nonostante con gli anni il cinismo rischi di prendere il sopravvento, mi piacerebbe vedere che anche in Basilicata il giornalismo diventi una professione. Se servisse per crescere ed arricchirmi potrei anche lasciare la mia terra, come ho già fatto in passato; un giornalista credo debba avere sempre la valigia in mano. Il viaggio è simbolo di curiosità, cultura, movimento… il sogno però resta quello di potermi realizzare nella mia terra».

Che effetto ti ha fatto vederti nel nostro sito?
«Vedermi sul vostro sito mi fa piacere e sortisce in me il duplice effetto di ricordarmi momenti belli del passato ed esortarmi ad andare avanti, perché sono fermamente convinta che il mio sia il mestiere più bello del mondo».

Da grande sarai…
«Sono già grande! Scherzi a parte, continuerò a inseguire i miei sogni e a coltivare le mie passioni... chissà che calcio e giornalismo un giorno si incontrino in Basilicata, magari sotto la pioggia... col sole sarebbe scontato!».  

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE NONSOLOMODA TUTTO TV PINK NEWS DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster