Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Valentina Caruso   Tutte le interviste tutte le interviste
Valentina CarusoTelegiornaliste anno X N. 37 (425) del 10 novembre 2014

Valentina Caruso: serietà e professionalità tengono alla larga le proposte indecenti
di Giuseppe Bosso

Cagliaritana, laureata con lode in archeologia, nel panorama delle telegiornaliste Valentina Caruso è sicuramente tra i volti emergenti con grandi prospettive per il futuro.

Da Videolina a Sky Sport: punto di arrivo per te?
«Sky Sport è sicuramente un punto di arrivo per qualunque giornalista sportivo, il top nel settore».

Qualcuno ti ha soprannominata 'la nuova Canalis': ti ha infastidito?
«No, assolutamente; anche se lei è una showgirl e io non ho mai avuto queste velleità, e quindi il paragone è un po' azzardato. Apprezzo molto il fatto che continui a sentirsi legata alla nostra magica Sardegna».

Da madrina del Cagliari a Quelli che il calcio cosa credi potrà dare Zeman alla squadra rossoblù e alla tifoseria sarda?
«Sta già dando tanto secondo me, ha riportato insieme al nuovo presidente del Cagliari, Giulini, quell'entusiasmo che mancava da un po' tra i tifosi. Sono stati anni difficili per noi, per le vicende legate allo stadio, agli arresti dell'ex presidente e a tutto ciò che ne è derivato… Zeman è un grande allenatore e già con la vittoria dopo 20 anni a San Siro sull'Inter, ha acceso ancora di più la passione».

Come hai vissuto, da tifosa e da giornalista, la questione-stadio che per mesi ha tediato la tifoseria cagliaritana?
«Chiaramente l'ho vissuta male, ho seguito in prima persona per il quotidiano per cui scrivo, L'Unione Sarda, tutte le proteste e manifestazioni dei tifosi rossoblù. Non dimenticherò mai il momento in cui anche sotto la pioggia loro sono andati fuori dal carcere per sostenere l'ex presidente del club. Così come non dimenticherò mai il momento in cui, in occasione della vittoria contro la Sampdoria, a Is Arenas, Cossu si è arrampicato nelle inferriate dello stadio chiuso al pubblico per abbracciare i tifosi che facevano sentire il loro tifo caloroso da fuori. Sono stati momenti molto emozionanti che vanno oltre lo sport...».

Laureata e diplomata col massimo dei voti: Valentina è più pupa o più secchiona?
«Nessuna delle due!».

Hai mai ricevuto proposte indecenti?
«Ho sempre lavorato con persone serie e professionali. Penso che le proposte indecenti forse vengano fatte a chi non ha nulla di professionale da mettere a disposizione: quando c'è professionalità e serietà da entrambe le parti, non ci sono simili richieste».

Sei stata testimonial della tua regione per una campagna istituzionale che ha riscontrato molto successo anche all'estero: cosa ha rappresentato per te questa responsabilità?
«È stata una bellissima esperienza per me, molto sentita, anche perché sono laureata in archeologia e fa parte del mio DNA apprezzare tutto ciò che attraverso quella pubblicità è riuscita a trasmettere. Archeologia, arte, cultura, natura, tradizione e sardità».

Ti senti realizzata?
«Sono molto soddisfatta di quello che ho costruito finora, ma è sicuramente presto per sentirsi realizzati e si può fare sempre di più».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster