Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Carlotta Mannu   Tutte le interviste tutte le interviste
Carlotta MannuTelegiornaliste anno XI N. 15 (446) del 27 aprile 2015

Carlotta Mannu: le persone che incontro mi lasciano sempre qualcosa della loro vita
di Giuseppe Bosso

Di poche, ma significative parole, Carlotta Mannu è una delle più apprezzate inviate del Tg1.

Ricorda il suo primo servizio al Tg1?
«Facevo una sostituzione in società, arrivavo dalla redazione del mattino, il mio primo pezzo alle 13.30, sui ritocchi delle star di Hollywood… misi un frammento di Biancaneve, specchio delle mie brame - ride, ndr - e poi mi sentii ridicola fino a quando, invece, il vicedirettore di allora mi fece i complimenti e replicò il mio pezzo in notte».

In cosa si sente cambiata rispetto ai suoi inizi?
«Io sono sempre io, solo con molti anni in più sulle spalle e molta strada fatta, molte lezioni ricevute dai capiredattori che ho avuto, ma anche dagli operatori, dai montatori, a loro devo tutto; e poi c'è la gente, quella dei servizi che fai: le persone che incontri. Tutte ti lasciano dentro una piccola parte delle loro vite, e quest’ultimo anno: uno stage di vita e professione insieme».

Per un periodo ha ricoperto lo spazio-meteo: come si è trovata in quel contesto?
«Intimidita e insicura; il video non è per me… ma è stata anche quella un esperienza tutta da vivere».

È passato un anno da quando purtroppo è venuto a mancare un suo collega, carissimo amico del nostro sito, Stefano Campagna: qual è il suo ricordo?
«Un adorabile capriccioso dal cuore d'oro; non un santo, ma una persone che sempre ti regalava un sorriso».

Si sente realizzata, professionalmente parlando?
«Certo! Ogni volta che chiudo un pezzo è una realizzazione».

Come avrà avuto modo di vedere è molto seguita e apprezzata dai nostri lettori: che idea si è fatta del nostro sito?
«Sinceramente non guardo i siti... perdonatemi, ma non so cosa e chi scrive di me o su di me; prometto che mi applicherò per rispondere la prossima volta».

Qualcuno, anche tra i nostri lettori, ha detto che somiglia, anche fisicamente, a Lilli Gruber: l’ha infastidita questo paragone?
«Assolutamente no, anzi: a volte ci sono stata nella parte e non era affatto male!».

Quali sono gli accorgimenti che segue dal punto di vista del look?
«Questo penso sia più che evidente a tutti: nessuno! Gli occhiali scuri quando c'è il sole, e spero sempre in belle giornate ovviamente».

Come si vede tra vent’anni?
«Non mi vedo… ma se proprio mi immagino spero nonna! Una nonna che guarda il tg dalla news room di casa con popcorn e nipoti».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster