Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Ghilda Pensante   Tutte le interviste tutte le interviste
Ghilda PensanteTelegiornaliste anno XI N. 32 (463) del 12 ottobre 2015

Ghilda Pensante. Più spazio alle nostre atlete
di Giuseppe Bosso

Dal 2009 volto di Sky Sport, intervistiamo Ghilda Pensante.

Sky Sport per lei ha rappresentato il raggiungimento di un traguardo o l’inizio di una nuova scalata?
«Nonostante mi occupassi di sport da diversi anni, farlo a Sky Sport ha rappresentato un passaggio, un’evoluzione verso una dimensione diversa dalle precedenti, più stratificata e con maggiori opportunità di crescita e di confronto».

Gioie e dolori che porta lavorare per un network come questo?
«Non contrapporrei queste due sfere, ma le racchiuderei nella consapevolezza che è necessario dare il massimo e mettere sempre qualcosa di extra in ciò che si fa. La soddisfazione è una conseguenza di questo atteggiamento quotidiano».

Giornalista sportiva per caso o per passione?
«Per passione! Da adolescente giocavo a calcio, ho sempre adorato lo sport, e lo seguivo tanto sia dal vivo sia in televisione. Nei primi anni da aspirante giornalista, nei giornali locali, lo sport però era sempre già coperto da colleghi “senior”, quindi mi trovavo a occuparmi di tutto il resto: cronaca, politica di zona, cultura… ma ho sempre sognato di dedicarmi a tempo pieno alla narrazione sportiva».

Negli ultimi anni molte soddisfazioni hanno portato all’Italia le nostre atlete, dalla pallavolo alla scherma, eppure talvolta si ha la sensazione che i media tendano a considerarle più personaggi di immagine che sportive da apprezzare, come dimostra per esempio la grande attenzione attorno a Federica Pellegrini: cosa ne pensa?
«Credo che i media italiani a tutti i livelli dovrebbero e potrebbero valorizzare di più lo sport al femminile che per sforzi, sacrifici e risultati soprattutto in certe discipline equivale e supera quello fatto da uomini. Ma non ritengo negativo che alcune atlete diventino anche personaggi mediatici, anzi! Il loro essere note, magari attente al look, brave coi social network, “cool” in una parola, può incoraggiare tante giovanissime ad avvicinarsi a uno sport. Perché in fondo secondo me a servire è una crescita della base delle praticanti: più bambine e ragazze cominciano a divertirsi in palestra, su un campo da calcio o su una pista di atletica, più in futuro si faranno portavoce dei valori che tutto lo sport - senza alcuna distinzione - è in grado di veicolare».

Tra gli eventi che ha avuto modo di seguire e raccontare, quale le è rimasto maggiormente impresso.
«Tra giugno e luglio 2014 ho avuto l’incredibile opportunità di lavorare all’International Broadcasting Center di Rio de Janeiro durante tutta la Coppa del Mondo di calcio. Un’esperienza indimenticabile per intensità, incontri e lavoro di squadra! A tale proposito tengo soprattutto a sottolineare che il mio ruolo principale all’interno di Sky Sport24 è rappresentato dall’ufficio planning: quattro giornalisti (oltre a me Valentina Fass, Luisa Gamberini e Luca Bordoni) chiamati a organizzare il lavoro della redazione nella sua quotidianità. Stesura dei turni, pianificazione della copertura degli eventi, raccordo tra i vari reparti di una realtà così eterogenea. Un compito impegnativo, che svolto in un gruppo coeso dà una formazione e una forza impareggiabili».

Riesce a conciliare lavoro e affetti?
«Sì, lavoro a tempo pieno in questo settore da oltre 11 anni, quindi ho imparato a gestire i ritmi che lo stesso impone e talvolta la diversa disponibilità in termini di tempi e organizzazione del privato. Ed essere contenti e appagati aiuta a riuscirci!».

Il suo auspicio da giornalista per la nuova stagione?
«Continuare a fare al meglio al mio lavoro e divertirmi. Che sia come planner, conduttrice o redattrice della rubrica settimanale SportStyle, che curo insieme alla collega Valentina Fass, ho voglia di migliorare le mie competenze e sperimentare nuove forme per esprimere e raccontare lo sport da diversi punti di vista».

Come si vede nel domani?
«Sogno di conservare la passione che mi ha sempre sostenuta e di continuare a lavorare con entusiasmo».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster