Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Greta Berti   Tutte le interviste tutte le interviste
Greta BertiTelegiornaliste anno XI N. 39 (470) del 30 novembre 2015

È arrivata la felicità per due gemelle, seconda parte:
Greta Berti-Laura, non riesco ancora a credere che sono proprio io in video

di Lisa Pinto

Continua il grande successo della fortunata fiction di Rai1 È arrivata la felicità. Accanto ai protagonisti Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria, debuttano sul piccolo schermo le gemelle Giorgia e Greta Berti, che vestono i panni di Bea e Laura, figlie di Angelica: due sorelle uguali per aspetto ma mai così diverse per carattere ed ambizioni. Un’opportunità, quella di entrare nel cast della fortunata serie di Rai1, nata per caso e colta decisamente al volo dalle sorelle Berti. “È stata una fantastica avventura quella di È arrivata la felicità – racconta Greta Berti al telefono - ancora devo rendermi conto che quella in video sono proprio io: è tutto così strano e bellissimo”.

Boom di ascolti per la nuova serie È arrivata la felicità: cosa si prova ad aver partecipato ad una fiction di successo?
«È una sensazione molto strana, un anno e mezzo fa non mi sarei mai aspettata una cosa del genere, non ero assolutamente preparata; sono allo stesso tempo molto contenta e soddisfatta di come è andata, è stata una bellissima esperienza».

Che clima si è respirato tra gli attori durante le riprese? Come hai vissuto quest’esperienza? C’è un momento particolare che ricordi con maggiore affetto e vorresti raccontarci?
«Sul set ci siamo divertiti tantissimo, tutti ci hanno aiutato e fatto sentire subito a nostro agio, soprattutto Claudia Pandolfi, Lunetta Savino e Giulia Bevilacqua con un’accoglienza molto calorosa. Un episodio curioso durante le riprese è stato al circolo di canottaggio, il fiume era in piena per il cattivo tempo del giorno precedente ed io dovevo girare la scena proprio in canoa. Laura, il mio personaggio, è sempre molto calma e tranquilla, ma io non lo ero soprattutto perché c’era molto vento e la forte corrente portava con se detriti ed anche parti di alberi. Potete quindi immaginare la mia preoccupazione! La scena infatti è stata poi girata il giorno dopo, quando il tempo era decisamente migliorato».

Nella vita reale che rapporto hai con la tua gemella, è diverso da quello tra Laura e Bea della serie?
«È decisamene diverso rispetto a Laura e Bea, siamo molto più unite: il nostro è il comune rapporto tra sorelle, facciamo moltissime cose assieme, ci vogliamo molto bene… i litigi comunque non mancano, ma siamo davvero molto simili caratterialmente».

Proprio dai differenti caratteri tra voi sorelle è nata una web serie Come sopravvivere ad una sorella strxxza, in onda su ray.it: pensi che tu Greta, riusciresti a sopravvivere ad una sorella come “Bea” nella realtà?
«Non saprei proprio, io personalmente non ho la pazienza di Laura, il mio personaggio, per cui credo davvero che non potrei mai sopportare una sorella così: Laura ha davvero una grande forza di volontà e riesce a sopportare Bea; io non potrei davvero…».

Com’è nata l’idea di partecipare al cast della fiction?
«Da piccole mia mamma ci ha iscritto ad un’agenzia, ogni tanto ci chiamavano ma per noi era un gioco, giusto per provare. Un giorno ci contattano per dirci che erano alla ricerca di due gemelle e subito abbiamo provato, anche per la voglia di condividere quest’esperienza che ci ha unite ancora di più: i personaggi da interpretare hanno subito suscitato in noi grande curiosità, per certi versi ci rispecchiavano e senza esitare ci siamo presentate. Durante il provino però i nostri personaggi erano invertiti, ovvero io interpretavo Bea ed mia sorella Giorgia interpretava Laura. Dopo più di cinque mesi dal provino, quando noi davvero non ci pensavamo più, ci hanno richiamato e ci hanno chiesto di invertire i ruoli: lo scambio ha funzionato e così ci troviamo ad interpretare i nostri attuali personaggi; quando ci hanno detto che eravamo state scelte e che di li a poco avremmo iniziato le riprese abbiamo provato una gioia incredibile».

Nella serie Laura ama molto lo sport, in particolare il canottaggio, sei anche tu una sportiva?
«Sì, lo amo molto anch’io, sin da piccola ho sempre praticato sport: tennis, danza… ma il mio sport preferito in assoluto è il pattinaggio artistico a rotelle che ho praticato per più di 8 anni a livello agonistico. Senza sport non potrei proprio vivere, anche se ho dovuto abbandonare il pattinaggio, pratico altri sport come il beach volley, arrampicata sportiva, sci o lo stesso tennis».

Da poco hai compiuto 18 anni, quali sono i tuoi progetti futuri ed i tuoi sogni nel cassetto?
«Sicuramente concludere la scuola: quest’anno prenderò la maturità classica. Mi piacerebbe comunque continuare con la recitazione, abbiamo colto una grande occasione, ma non abbiamo mai frequentato alcuna scuola di recitazione, quindi ci siamo trovate un po’ impreparate nell’affrontare questa prima esperienza. Recitare ci ha sempre incuriosito, ma per noi era comunque un gioco: attualmente però frequentiamo un corso di recitazione in teatro e dizione».

Che effetto provi nel rivederti in video?
«Ancora devo rendermi conto che quella lì sono proprio io, è una sensazione stranissima. Non riesco a realizzare che in realtà sono io, quando guardo la fiction ho quasi l’impressione che ad interpretare Laura ci fosse un’altra persona».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster