Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Lisa Marzoli (2)   Tutte le interviste tutte le interviste
Lisa MarzoliTelegiornaliste anno XI N. 21 (452) del 8 giugno 2015

Lisa Marzoli: torno al Tg2 a svolgere la mia professione di giornalista
di Sara Ferramola

Per molto tempo conduttrice del programma Rai Cronache animali, Lisa Marzoli torna al Tg2 nei suoi panni di giornalista, con l'idea di scrivere, un giorno, un libro sulle donne.


Hai condotto il programma di Rai Due Cronache animali: nella vita privata che rapporto hai con loro?
«Sono una giornalista del tg da quando ho 19 anni e mi sono occupata nella mia vita soprattutto di politica e cultura; avevo però sempre a casa animali e con il tempo ho maturato oltre alla passione una certa competenza. Non avrei mai pensato però il giornalismo e la passione per gli animali un giorno si sarebbero incontrati nella mia vita: è successo quando mi hanno chiesto se volevo condurre Cronache animali che ha poi avuto un grande successo, anche perché unisce questi due miei mondi interiori e il telespettatore lo avverte. Nella mia vita privata faccio tutto quanto mi è possibile per aiutare i canili e promuovere le adozioni; tra poco partirò per Montecatini dove parteciperò ad una maratona no stop di beneficienza per trovare casa a decine e decine di cani. Ovviamente faccio tutto gratis, nel solo interesse degli animali».

Perché hai deciso di lasciare il programma?
«Perché la pubblicità non è compatibile con il mio ruolo di giornalista professionista: il product placement che pare sarà introdotto nel programma io non lo voglio né posso fare; è cambiato il piano editoriale, non lo condivido e dunque dico no e torno serenamente al Tg2 dove posso svolgere la mia professione di giornalista, qualifica per la quale la Rai mi ha assunta; un'azienda per la quale ho sempre e continuerò sempre a lavorare in serenità».

Quando hai capito di volere diventare una giornalista? È stato difficile arrivare dove sei ora?
«Il giornalismo per me è la vita, non ci rinuncerò mai; ognuno di noi nasce con un sogno, il mio già a 6 anni era di fare la giornalista e la scrittrice. Mia madre mi conferma che non ho mai cambiato idea dall'infanzia».

Tra le tante esperienze che hai affrontato, quale ti è rimasta più impressa?
«Tutti i casi di cronaca di cui mi sono occupata da ragazza quando lavoravo al Resto del Carlino nelle Marche. Qualcuno mi ha anche spaventata: mi sono occupata di pedofilia, omicidi, prostituzione... ho avuto anche qualche grana con qualche psicopatico. È stata una gavetta dura, ma lì nelle Marche ho imparato questo mestiere. E ho profondo rispetto per chi come la Sciarelli si occupa di questi temi da 15 anni; ti coinvolgono a 360 gradi».

Che cosa consigli ai giovani che vorrebbero intraprendere questa professione?
«Di iniziare prestissimo: io lavoravo di giorno al giornale e studiavo la sera per dare gli esami; alla fine mi sono laureata e fatto il praticantato con grande velocità; a 26 anni ero dottoressa con lode, avevo fatto l'esame di stato ed ero giornalista professionista. Questa velocità mi ha molto avvantaggiata nella seconda parte della carriera: quando dico che sono 16 anni che faccio questo lavoro e che verso i contributi all'Inpgi rimangono tutti sorpresi. Il consiglio è di iniziare a collaborare con i giornali fin da subito, anche se vi pagano poco e vi fanno lavorare tanto. La gavetta è durissima: prima inizi meglio è. Poi se si è bravi e si è già nel sistema le occasioni arrivano. Però occhio, umiltà e testa bassa: lavorare, lavorare, lavorare!».

Progetti per il futuro, lavorativi e non?
«Vorrei forse per la prima volta nella mia vita dedicarmi un po' a me stessa: ho avuto negli ultimi quindici anni ritmi molto stressanti di lavoro, vorrei trovare il tempo di scrivere un libro sulle donne; questi magnifici e fragili esseri capaci di dare la vita. Un anello tra la terra e il cielo: ne ho conosciute di donne straordinarie, in primis mia madre. Credo che il libro lo dedicherò a lei».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster