Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista ad Andrea Delogu   Tutte le interviste tutte le interviste
Andrea DeloguTelegiornaliste anno XII N. 14 (487) del 27 aprile 2016

Andrea Delogu: ero terrorizzata dall’avvicinarmi al
mondo del calcio, e poi…

di Giuseppe Bosso

Deejay, cantante, scrittrice (grande successo ha riscontrato La collina, di Fandango, scritto insieme ad Andrea Cedrola, in cui ha raccontato la sua storia di bambina nata e cresciuta a San Patrignano) e volto televisivo di successo, Andrea Delogu da settembre dello scorso anno si è calata nel mondo del calcio, affiancando Enrico Varriale alla conduzione de Il processo del lunedì. Con grave ritardo per colpa di chi scrive, che l’aveva ‘adocchiata’ anni fa, quando con l’attrice Barbara Clara (ex protagonista di Centovetrine) formava il duo Cinema 2 per un’intervista mai realizzata, Telegiornaliste ha il piacere di scambiare quattro chiacchiere con lei.

Andrea, com’è stato il tuo approccio con il mondo del calcio?
«All’inizio ero terrorizzata; poi, con umiltà, ho affrontato l’argomento, chiedendo a chiunque conoscessi di insegnarmi, in un’Italia dove siamo tutti allenatori di calcio… e tutti sono stati disponibilissimi e comprensivi, anche gli ascoltatori che mi facevano notare quelle piccole ‘gaffe’ come un accento o un termine pronunciato in modo sbagliato; adesso che siamo quasi a fine stagione posso dire di aver imparato a seguire con attenzione, mi ha molto divertito la Roma quest’anno».

Ti sei sentita ‘valletta’ o parte attiva del Processo?
«Era proprio questo il mio timore iniziale, che ho superato grazie ad Enrico che ha sempre cercato di coinvolgermi nei discorsi ed io stessa che ho voluto ‘impormi’».

Non si può negare che sei uno dei personaggi emergenti di questi anni: qual è stata la svolta?
«Vari momenti, che continuano ancora adesso; sicuramente il libro La collina – scritto con Andrea Cedrola, a cui devo tantissimo – ha cambiato la mia vita; ho trovato il coraggio di raccontare la mia storia, da cui fino a quel momento fuggivo; da quel momento il resto è venuto da sé».

Sei indiscutibilmente un personaggio molto ‘social’, come possiamo vedere: non ti crea mai problemi il doverti esporre così al pubblico?
«Scrivo quello che mi va e mi sento di scrivere e raccontare, non penso di essere spiata».

Cosa c’è nel tuo futuro, prossimo e lontano?
«Per adesso finire la stagione tra Il processo, Troppo Giusti su Raidue con Marco e Sociopatici, il programma che conduco su Radiodue con Francesco Taddeucci ed Edoardo Ferrario; poi mi prenderò un attimo di ferie, visto che quest’anno mi sposo (con l’attore Francesco Montanari, ndr)».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster