Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Bruna Fattenotte   Tutte le interviste tutte le interviste
Bruna FattenotteTelegiornaliste anno XIII N. 26 (536) del 20 settembre 2017

Bruna Fattenotte, no all'autocensura
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Bruna Fattenotte, giornalista della redazione cultura e spettacoli del Tg2.

Come sei arrivata al Tg2?
«Tramite la scuola di giornalismo Radiotelevisivo di Perugia».

Hai imparato più alla scuola di Perugia o per strada?
«Credo che l’optimum sia integrare entrambe le cose; combinare una solida formazione teorica a quella pratica aiuta, permette di avere strumenti e contesto per approfondire meglio ciò che accade».

Com’è nata la tua esperienza a Sì Viaggiare?
«Direi che è stato un incontro di affinità elettive, visto che da sempre sono appassionata di viaggi, ho vissuto per così dire da ‘nomade’ prima di intraprendere la strada del giornalismo, e ciò si è perfettamente conciliato quando mi si è prospettata questa possibilità. Soprattutto è stato bello far conoscere tutta l’Italia, non solo le località più note».

E quale viaggio ti è rimasto più impresso?
«Dal punto di vista naturalistico, “esotico” direi, l’isola di Montecristo, un angolo incontaminato d’Italia dove vivono due custodi che sono quasi dei novelli Robinson Crousoe, con una storia davvero affascinante».

Cosa ti resterà impresso di questa estate?
«Dal punto di vista giornalistico, sicuramente l’offesa alla natura rappresentata dagli incendi dolosi che si sono susseguiti con l’ondata di caldo; e soprattutto la grande questione dei migranti che ritengo sarà il tema su cui giornalismo e informazione si dovranno incentrare maggiormente nel futuro».

Segui qualche accorgimento dal punto di vista del look?
«Non sono molto vanitosa; lavorare in televisione ‘costringe’ talvolta a seguire le mode, ma non è la mia preoccupazione principale; seguo con rilassatezza un mio stile molto semplice».

Ti hanno mai messo il bavaglio?
«Mi sono sempre occupata di soft news, non hard news; non ho mai subito censura diretta. Piuttosto credo che talvolta nella nostra categoria tenda ad esserci una sorta di ‘autocensura’ che mi preoccupa maggiormente».

Come ti descriveresti?
«Determinata e collaborativa dal punto di vista dei pregi; quanto ai difetti (sorride, ndr) scopriteli da soli…».

Da poco sei mamma: come si concilia la Bruna mamma con la Bruna giornalista?
«Il giornalismo ha dei tempi che non si incastrano sempre con quelli dei ritmi di una famiglia; essere soddisfatti sul lavoro è però un essenziale punto di partenza, proprio perché essere sereni aiuta a trovare soluzioni "smart" ai problemi di organizzazione che talvolta possono verificarsi».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster