Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Ilenia Leonardini   Tutte le interviste tutte le interviste
Ilenia LeonardiniTelegiornaliste anno XIII N. 13 (523) del 5 aprile 2017

Ilenia Leonardini ci parla delle sue opere
di Tiziana Cazziero

Incontriamo la scrittrice Ilenia Leonardini.

Ciao Ilenia e grazie di essere nostra ospite. Quando nasce l’autrice Ilenia Leonardini?
«Io scrivo da quando avevo 14 anni, ho iniziato a scrivere racconti che avevano più la parvenza di sceneggiature rispetto ai romanzi che scrivo ora. Avevo scelto questa versione in quanto sono amante del cinema e volevo dare brio alle mie storie, poi con il passare del tempo trovai un mio stile personale».

Quando hai deciso di fare il grande passo verso la pubblicazione?
«Il mio primo libro, Hurricanes & Sun, lo pubblicai a dicembre del 2013 grazie alla Irda Edizioni. Trovai questa casa editrice grazie al suggerimento di una signora molto gentile di Torino che mi diede il loro indirizzo e-mail. Verso metà giugno circa venni contattata da loro che approvarono il mio libro trovando la storia intrigante. Il 17 dicembre di quello stesso anno venne pubblicato il primo libro della mia trilogia noir composta da: Hurricanes & Sun, Dark side … of the sun, Life inside hurricanes».

Qual è il genere che preferisci e lo cambieresti per mettere alla prova la tua vena creativa?
«In realtà spazio da genere a genere, tranne l’erotico che non amo e mi imbarazzano se devo essere sincera. Infatti non ho mai il blocco dello scrittore in quanto ho varie storie in stesura, la mia è una variazione di ispirazione.»

Quanti libri hai scritto a oggi e di cosa parlano?
«Sono a quota 8 libri: la mia trilogia noir La storia travagliata di Hagen ed Andreas Häuser, che in tenera età vengono travolti da un uragano di eventi che li porterà a cercare in ogni dove la verità, ovvero il perché in questi anni hanno incontrato tristezza e dolore. Quando una svolta dietro ad un vicolo non li porterà a conoscere qualcuno che li aiuterà in questa ricerca, la ricerca della verità sul mistero che avvolge le loro peripezie. Composta da: Hurricanes & sun, Dark side … of the sun, Life inside hurricanes. La mia saga mitologica composta da: Tra mito e realtà, Dei reincarnati (Irda Edizioni) I miti greci sono sempre carichi di poesia e trasportano chiunque li legga in un mondo così bello che tutti vorremmo visitare, ma solo la fantasia di ogni singolo uomo è la chiave per accedervi. Con Tra mito e realtà, Dei reincarnati possiamo rivivere questi miti, in chiave moderna. La storia di ragazzi così diversi tra loro ma amanti delle arti e dell’archeologia: due coppie di fratello e sorella, le cui famiglie sono comunque legate; una scoperta inusuale li vedrà protagonisti di un viaggio alla ricerca di reperti archeologici nascosti in varie parti d’Europa. I nemici che affronteranno sono potenti e, questi ultimi, cercheranno di corrompere il cuore umano e spingerlo a compiere atti che portino alla distruzione. Un antico e perduto libro, completamente dorato, potrebbe risolvere il problema. Riusciranno i nuovi Olimpi a scongiurare la rovina del genere umano? Il mistero dello scettro Quetzal (in self su Amazon): nel mondo ogni antica civiltà lascia ai posteri oggetti misteriosi che hanno poteri enormi e allo stesso tempo pericolosi. Uno scettro, che contiene in sé il potere della divinità Maya Quetzalcóatl, è sepolto da qualche parte tra le lande abitate da questa antica ed enigmatica popolazione del Sud America. Se venisse trovato e capitasse nelle mani sbagliate, si scatenerebbe una profezia apocalittica. Ecco una nuova avventura che Layla, Taylor, Andrew, Anthony e tutta la famiglia di Berger dovranno affrontare; ora la missione è capire come il potente scettro divino Maya possa essere usato per sventare l’avverarsi della profezia. Il mio libro a carattere fantascientifico: Amanti … dell’Universo (In self su Amazon) in un mondo dove alieni e mezzi alieni si sono perfettamente integrati con noi umani, una guerra fra razze sta per scoppiare. Chi vincerà? La natura fredda di alcuni extraterrestri o l'umanità che potrebbe essersi insediata nei loro cuori? Scopriamolo attraverso la vita della famiglia Sheridan, dei Linx e di tanti altri appassionanti personaggi; un modo per sognare e capire come siamo un puntino nell’immenso universo, che a quanto pare sembra colmo di forme di vita. E le mie due raccolte di storie: Storielle e favole (Irda Edizioni) fantasy, fantascienza, epica, dark sono solo alcuni degli argomenti trattati dalla bravissima scrittrice Ilenia Leonardini, nella sua nuova opera. Il volume non è solo un florilegio in cui mondi e situazioni si incontrano e si scontrano, ma è un’accurata ricerca etica di ciò che ognuno di noi dovrebbe fare per migliorare. Ogni racconto, oltre alla visione edenica e un po’ onirica, porta con sé comunque una morale e questa non è solo una pausa di riflessione per un pubblico giovane ma è un messaggio per ogni uomo; perché i sogni non appartengono solo agli adolescenti ma a tutti, e tutti possiamo, nel nostro piccolo, cambiare le cose, basta solo volerlo. I mondi fantastici dell’anima (Montecovello Edizioni). Un insieme di storie realizzate in base ad ogni stato d’animo che mi ha avvolto, si passa dal fantasy, allo storico, dal presente al passato, un giro per tempi e luoghi magici che possono portare, chi legge, a scoprire il folletto o la fata che è in sé.
Un libro per tornare a dedicare la propria mente nei sogni che, da bambini, si hanno sempre e che, se si vive con l’idea di realizzarli, essi alla fine diventano realtà. un libro che è carico di speranze e di ricordi che nel cuore rimangono indelebili».

Vuoi raccontarci qualcosa della tua ultima opera? Quando l’hai scritta e di cosa parla?
«Il mistero dello scettro Quetzal l’ho terminato a maggio del 2016 ed è stato pubblicato in self in quanto ora ho iniziato con il Self. È la continuazione di Tra mito e realtà, Dei reincarnati. Qui i protagonisti si dovranno scontrare con reincarnazioni di divinità Maya, tutto ambientato ai giorni nostri».

Com’è stata la tua esperienza di autrice in questi primi anni di pubblicazione?
«Strepitosa, io scrivo per cercare di rilassarmi e lo trovo terapeutico. Per me è una passione che mi aiuta a superare questo periodo così cupo, iniziato dal giorno in cui è deceduto mio padre il 18 dicembre 2015. Mi manca tremendamente, inoltre tutto è aggravato dal fatto che non riesco a trovare lavoro».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster