Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Titti Improta (2)   Tutte le interviste tutte le interviste
Titti ImprotaTelegiornaliste anno XIV N. 4 (551) del 31 gennaio 2018

Titti Improta, il mio impegno all’Ordine dei giornalisti per le pari opportunità
di Giuseppe Bosso

Abbiamo nuovamente il piacere di incontrare Titti Improta, per il decimo anno consecutivo volto del programma Campania Sport, in onda la domenica sera sull’emittente napoletana Canale 21. In occasione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania svoltesi lo scorso ottobre è stata eletta, prima donna, segretario dell’Ordine, e non solo.

Titti, nei giorni scorsi sei stata nominata presidente della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine: come arrivi a questa carica e quali sono le tue aspettative?
«Dalla mia elezione a segretario è nata questa decisione del presidente Ottavio Lucarelli di creare questo osservatorio, formato da quindici donne, validissime colleghe che già conoscevo e che sono state tutte felicissime di far parte di un gruppo che spera di poter mettere in pratica al più presto le idee che già stiamo sviluppando. In particolare vogliamo dedicarci alla parità di genere, collaborando con altre associazioni come Arcigay, alle scuole, avvicinarci ai ragazzi in questi tempi difficili in cui assistiamo a continui episodi di violenza legati al mondo dei social».

Dieci anni fa ti abbiamo intervistata la prima volta: eri da poco subentrata ad Alessandra Barone alla conduzione di Campania Sport, il Napoli di De Laurentiis si riaffacciava in serie A dopo anni difficili, allora allenato da Reja, difeso in porta da Gennaro Iezzo oggi spesso vostro ospite: di quella squadra di allora è rimasto solo Hamsik, oggi capitano e da poco primo cannoniere della storia azzurra; un Napoli che da neopromossa è diventata squadra leader del campionato: come è cambiata invece Titti Improta in questo periodo e come è cambiato Campania Sport?
«Campania Sport è cresciuto tantissimo come Canale 21 grazie alle capacità imprenditoriali del nostro editore Paolo Torino, che ha allargato su Roma l’emittente, dando modo ai tanti napoletani sparsi per l’Italia di seguire la nostra trasmissione con sempre più partecipazione, anche grazie allo streaming dal sito ufficiale. La cosa ci inorgoglisce e ci spinge a fare sempre meglio. La trasmissione non è cambiata, è rimasta sempre la stessa per serietà e competenza, arricchendoci di anno in anno di ospiti come Gigi De Canio (ex allenatore del Napoli, ndr), Gennaro Iezzo appunto, Nicola Mora, calciatori che da poco hanno smesso di calcare i campi e che si sono volentieri prestati a portare la loro esperienza, quella di persone che hanno vissuto in prima fila la rinascita del Napoli fino ad oggi (come anche nomi storici quali Beppe Bruscolotti e Bruno Giordano, due protagonisti degli anni d’oro di Maradona) unita alla professionalità dei nostri giornalisti, Umberto Chiariello e Peppe Iannicelli, Mario Fabbroni; un elemento nuovo che ha ulteriormente arricchito la trasmissione è la partecipazione diretta del pubblico con le telefonate in diretta dei nostri telespettatori; e la nuova testata Super Sport 21, striscia quotidiana nata un anno fa. E ovviamente i social, ingredienti che hanno contribuito alla crescita del programma. Posso dire di essere cresciuta anch’io, anche grazie alla possibilità che ho avuto dall’editore di poter collaborare con una testata nazionale dove parlare di cronaca, attualità, materie non legate al mondo dello sport mi ha aiutata a crescere professionalmente».

Napoli leader del campionato finora, con in vista la ripresa delle Coppe, malgrado la delusione per l’eliminazione dalla Champions League: questo potrà essere un fattore che condizionerà il proseguimento della stagione per gli uomini di Sarri?
«No. Ho visto una squadra molto cresciuta, anche mentalmente, rispetto al passato, molto più determinata che ha l’obbiettivo dello scudetto, anche se non lo dicono apertamente, ma c’è questo sogno da realizzare, e ce l’hanno fatto capire anche nel corso delle interviste che ci hanno concesso, da Albiol a Insigne al presidente De Laurentiis, sempre molto disponibile. È una maturità mentale che si percepisce giorno dopo giorno. Se poi aggiungi il lavoro di Sarri che ha migliorato la qualità della rosa e il fatto che ormai questo è un gruppo affiatato e consolidato, si capisce che alla fine l’eliminazione dalla Champions League è stata una delusione che però non ha pregiudicato il cammino del Napoli in campionato, dove l’unica vera antagonista rimane la Juventus. Sicuramente non si può dire più che il Napoli è l’unico nemico di se stesso come in passato. Lo scontro diretto in programma tra qualche mese a Torino sarà secondo me il vero momento decisivo per l’esito del campionato».

A proposito di De Laurentiis, però, c’è anche stato uno spiacevole episodio che ti ha riguardato qualche tempo fa…
«Non abbiamo litigato, no. De Laurentiis è un uomo di grande intelligenza, nell’ottica di un rispetto reciproco si superano questi momenti di incomprensione, e abbiamo avuto modo di rivederci dopo quel momento, con la massima tranquillità».

Da ‘veterana’ di Canale 21 ti senti un po’ “chioccia” nei confronti delle nuove leve che arrivano in redazione?
«Sì, ma non sono solo io. È tutto l’ambiente di Canale 21 che accoglie le nuove leve in modo da permettere loro di crescere, di valorizzare le loro professionalità nel modo migliore; anche lo stagista non viene qui a fare fotocopie relegato in un angolo, ma lavora insieme a noi in prima linea, e posso dire che nel corso degli anni molti ragazzi che oggi si sono affermati hanno mosso qui i loro primi passi».

Cosa si aspetta Titti Improta dal 2018?
«Lo scudetto del Napoli».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster