Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista ad Alma Grandin   Tutte le interviste tutte le interviste
Alma GrandinTelegiornaliste anno VIII N. 29 (331) del 17 settembre 2012

Alma Grandin: il Tg1? Ve lo racconto in un libro
di Giuseppe Bosso

Ormai è una delle veterane del Tg1, e forse anche per questo si è cimentata in questa interessante iniziativa editoriale.
Incontriamo Alma Maria Grandin, che ha da poco pubblicato il libro www.viraccontoiltg1.rai.it.

Alma, cosa ti ha spinta a scrivere questo libro?
«Un’idea. L’idea di poter raccontare l’esperienza di una start up come quella del sito del primo telegiornale italiano. La storia del Tg1 va di pari passo con quella dell’Italia, e si è evoluta nel tempo, secondo i ritmi e le esigenze del paese. Ho cercato di ripercorre il valore degli strumenti di informazione, storici ed innovativi, che si confrontano per raggiungere un risultato comune: informare, aggiornando costantemente, e verificando comunque, come ogni giornalista dovrebbe sempre saper fare».

Cosa hai raccolto delle tue esperienze?
«Tutte le esperienze professionali di questi vent’anni sono state utili, formative e preziose. Vivo e lavoro con la curiosità di chi vuole continuamente imparare e, nell’era digitale, i giovani la fanno da padroni».

Per te questo è un punto di arrivo o un nuovo inizio?
«Un inizio nuovo e avvincente, direi quasi una sfida. Un nuovo modo di lavorare che continua ad arricchirmi giorno dopo giorno. Sono stata chiamata da Radio1 proprio per questo motivo: entrare a far parte della nuova redazione del Tg1 online. Per me è stata una sfida dopo oltre 20 anni di professione mi sembrava di colmare quella parte giornalistica che ancora non avevo esplorato: il web, la rete e internet».

Nell'era della tecnologia c'è ancora spazio per i libri?
«I libri non moriranno mai. Loro sono il nostro testamento per l’eternità. Magari libri di carta ed e-book sempre più paralleli. Ma vuoi mettere l’emozione nel toccare un libro, sentire l’odore della carta stampata e poi leggerlo sfogliando delicatamente, o avidamente a seconda del testo, tutte le pagine fino alla fine».

Qual è il tuo prossimo sogno nel cassetto?
«Ne ho tanti e riguardano soprattutto i giovani».

Ci sarà un seguito a questa esperienza?
«Spero di sì, ma deve arrivare l’idea giusta. E sono certa che arriverà presto».

versione stampabile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster