Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista ad Antonella Di Lorenzo   Tutte le interviste tutte le interviste
Antonella Di LorenzoTelegiornaliste anno V N. 40 (211) del 9 novembre 2009

Antonella Di Lorenzo, la Cupido in gonnella
di Giuseppe Bosso

Incontriamo questa settimana la bella Antonella Di Lorenzo, frizzante conduttrice del fortunato programma La Freccia di Cupido, in onda su 17 emittenti nazionali oltre che su Sky e in ambito locale. È anche modella e attrice, e vanta partecipazioni a Domenica In, 30 contro 1, e alle serie Un posto al sole e Capri, oltre che numerosi spot e campagne promozionali.

Che bilancio puoi trarre dopo oltre 10 anni di conduzione a La Freccia di cupido?
«Positivo, credo di aver dato molto alla conduzione di questo programma, tante esperienze vissute in giro per l’Italia in questi anni. Il format è progressivamente cresciuto, così come credo di essere cresciuta io. Ho dato tutta me stessa, e i risultati si sono visti. Inoltre il programma mi ha permesso di conoscere e intervistare tanti personaggi del mondo dello spettacolo e partecipare ad eventi di caratura nazionale che non avrei mai immaginato di vivere in prima persona».

I ragazzi di oggi secondo te vogliono ancora innamorarsi?
«Certo, anche se in modo diverso rispetto al passato. Si sono un po’ persi alcuni valori, magari c’è meno attenzione per una storia, la donna è più evoluta ed emancipata... ma non si può vivere senza amore!».

Il format richiama quello di un fortunato programma degli anni ’90, Colpo di fulmine, che lanciò Alessia Marcuzzi e Michelle Hunziker: sono loro il tuo modello?
«Sì, sono persone solari e frizzanti, vere amiche per il pubblico. Sono rimaste con i piedi per terra malgrado il grande successo che hanno avuto. Ma in realtà io cerco sempre di essere me stessa, di trasmettere al pubblico ciò che sono attraverso il programma».

Durante la conduzione "parteggi" perché Cupido scocchi la freccia o la vivi con distacco?
«Ti svelerò un retroscena: noi, in produzione, di solito scommettiamo se la coppia si formerà o meno, anche se non sempre il risultato finale rispecchia quelle che possono sembrare le premesse. Io ovviamente devo svolgere il mio ruolo, ed è chiaro che devo fare in modo che questa freccia, come dici, venga "scoccata", la scintilla nasca. Ma alla fine sono sempre i protagonisti che devono scegliere».

Una bella ragazza che lavora in tv deve essere autoironica per poter andare avanti?
«Sì, e sono la prima a farlo. La perfezione non c’è, è bene saper giocare anche sui propri difetti, anche per sdrammatizzare sulle mie insicurezze. Il lavoro è certamente impostato molto sull’immagine, ma ho sempre cercato di mettermi in gioco nel modo più semplice possibile».

Operare in una tv locale, pur visibile tramite il satellite anche nel resto d’Italia, ti pesa o ti appaga?
«Lavorare in un canale locale ti dà la possibilità di sentire di più il tuo ambito, la gente ti riconosce e ti ferma più facilmente e, nel mio caso, conosco molti giovani che vorrebbero partecipare al programma. Ho avuto anche esperienze al di fuori della Campania, ma mentre a Domenica In sono stata una delle tante, qui ho la possibilità di essere identificata quasi come un idolo, ed è una bella cosa».

Mai ricevuto proposte indecenti?
«No, per fortuna ho sempre fatto scelte azzeccate e conosciuto persone serie con cui ho potuto lavorare con correttezza. Ho fatto i miei bei casting e credo di aver sempre meritato con impegno quello che ho ottenuto; se si ha "sale in zucca", le avances possono essere evitate».

Cosa c’è nel tuo domani?
«Spero di poter continuare un lavoro che mi sta dando tante soddisfazioni come adesso, ma non voglio trascurare gli affetti, sogno una famiglia e dei figli. Una cosa non preclude certo l’altra!».

Punti di più all’informazione o all’intrattenimento?
«Mi piacciono i contenitori come Uno Mattina e Mattino cinque, e anche se La Freccia di Cupido è chiaramente un programma indirizzato a toni leggeri, nasco come giornalista. Sono laureata in Scienze della Comunicazione ed ho ancora questo sogno di "informatizzarmi". Comunque sono grata a questo programma che mi ha dato la possibilità di far uscire allo scoperto il mio lato allegro, socievole, anche buffo, tra una papera e l’altra!».

Antonella come descriverebbe Antonella?
«Una persona eclettica, molto generosa e non arrivista. Sono orgogliosa di me così come sono, romantica e attaccata ai veri valori».

E per la "Cupido" in gonnella, la freccia è scoccata?
« (Ride, ndr) Bella domanda... elargisco amore e non posso non amare anch’io, la vita e i miei cari. Forse, chissà, l’amore l'avrò anche incontrato, ma l’ho perso. Non è facile starmi dietro, sono molto esigente, ma basta conoscermi per capirmi».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster