Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Claudia Schuler   Tutte le interviste tutte le interviste
Claudia SchulerTelegiornaliste anno V N. 33 (204) del 21 settembre 2009

Claudia Schuler, la passione per il ciclismo
di Erica Savazzi

Claudia Schuler è la più giovane rappresentante - «Ho quasi vent'anni» - della squadra italiana di paraciclismo arrivata a Bogogno (Novara) per i Campionati mondiali. Allegra, sorridente e molto determinata a fare del suo meglio, l'abbiamo incontrata poco prima del suo debutto in gara.

Come hai iniziato?
«Ho iniziato quattro anni fa, per caso. Ho conosciuto un atleta italiano – Roland Ruepp - che mi ha detto “Prova a venire in bici con me”, così ho iniziato facendo una gara a Clès, vicino a casa mia. Mi è piaciuto molto e così ho deciso di andare avanti. E se cominci non puoi smettere di gareggiare».

Perché?
«Perché mi dà tanta soddisfazione: puoi vedere come vai tu, come vanno le altre, vedere se puoi migliorare il tempo o no. Tutto questo mi piace molto».

Quanto ti alleni?
«Generalmente due ore per sei volte alla settimana. Lavoro con i giovani nel mio comune: faccio solo dieci ore alla settimana così ho tempo di allenarmi, cosa molto importante».

Ci sono poche donne in squadra.
«Sì, questo è un problema, siamo sempre in poche. Spero che nel futuro ne arriveranno delle altre».

Tu hai iniziato a correre quasi per caso, e anche Alex Zanardi ha detto la stessa cosa. Secondo te si può migliorare il “reclutamento”?
«La maggior parte delle persone che hanno un incidente non sanno che è possibile praticare sport anche se si è disabili: perciò è indispensabile fare pubblicità per invitare le persone a provare. Non è necessario che tutti facciano le gare, si può praticare nel tempo libero».

Molti atleti paralimpici hanno avuto incidenti, a te cos'è successo?
«Quando avevo due mesi hanno fatto un errore sul cuore durante un intervento, per quello sono cresciuta così. Ma sono abituata così, per me non c'è problema».

Alla fine della manifestazione, Claudia è tornata a casa, in Alto Adige, con al collo due medaglie d'argento conquistate rispettivamente nella cronometro e nella gara in linea categoria HCB.

versione stampabile

 


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster