Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Euridice Axen   Tutte le interviste tutte le interviste
Euridice AxenTelegiornaliste anno VII N. 28 (288) del 12 settembre 2011

Euridice Axen: una fragile che piace
di Giuseppe Bosso

Padre italiano (l'attore Adalberto Maria Merli), madre svedese (Eva Axen, anche lei attrice), è da tre anni volto familiare al pubblico di Canale 5 nel ruolo del capitano dei R.I.S. di Roma, Lucia Brancato, oltre che di altre note serie come Medicina Generale e Centovetrine. Inoltre, è attrice di teatro e doppiatrice. Abbiamo il piacere di intervistare Euridice Axen.

Ci sarà una terza serie di R.I.S. Roma?
«Sì, ci sarà. Al momento la stanno scrivendo e io ho dato già un'occhiata alla sceneggiatura, mi piace molto».

Hai avuto grande popolarità interpretando Lucia Brancato: cosa è cambiato nella tua vita?
«È cambiato il modo di percepire il mio lavoro. Prima ero solo io a credere in me stessa; ora ho la conferma del pubblico e questo mi dà tanta forza e mi aiuta nei momenti difficili».

Dove ti vedremo prossimamente?
«Girerò un film indipendente svedese».

Teatro, radio, tv nel tuo curriculum: in quale contesto ti senti esprimere al meglio?
«Alla base deve esserci sempre una buona sceneggiatura, questa è l'unica cosa che conta. Per me, ovviamente».

Un aggettivo per descriverti?
«Fragile».

Cosa farai da grande?
«Sono già grande... ma diciamo che da adulta vorrei continuare a fare questo mestiere sperimentando ruoli sempre diversi e vorrei occuparmi di cani abbandonati».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster