Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Laura Tangherlini   Tutte le interviste tutte le interviste
Laura TangherliniTelegiornaliste anno VII N. 10 (270) del 14 marzo 2011

Laura Tangherlini: il giornalismo, la mia strada e la mia passione
di Giuseppe Bosso

Intervistiamo Laura Tangherlini, volto di punta di Rainews 24 dal 2007.

Dal giornalino della scuola a Rainews: possiamo dire che lei giornalista ci è nata?
«Ho deciso di voler fare questo mestiere all'età di dieci anni, quando dovetti interrompere gli studi di danza classica dopo aver sentito un servizio radiofonico sulla guerra in Iraq che raccontava di una casa bombardata di cui restava in piedi solo una parete con delle scarpette da danza appese. Mi sembrò un segno del destino: avrei fatto la giornalista per dare voce a chi non ce l'ha. E poi sono nata nel giorno del santo protettore dei giornalisti: una coincidenza? (ride, ndr)».

A un anno di distanza dall'entrata del digitale nel nostro quotidiano pensa sia stata una scommessa vinta o ancora da valutare?
«Penso sarà una scommessa vinta perché non lo è ancora del tutto. Di certo per Rainews è potenzialmente un'ottima cosa!».

Quali sono, secondo lei, le gioie e i dolori dell'essere giornalista oggi?
«Essere giornalisti oggi è più difficile che in passato a causa dell'accesso alle notizie che è più facile per chi come me lo fa di mestiere, ma anche per la gente comune. Raccontare cose inedite diventa sempre più difficile, ma forse ciò mi permetterà di concentrarmi sugli approfondimenti e sui lati più umani che preferisco rispetto alla cronaca spicciola».

Ha mai ricevuto proposte indecenti?
«Proposte indecenti blande, come pure ricatti che mi han fatto versare tantissime lacrime all'inizio perché non mi sono mai piegata a certe logiche e me l'hanno fatta pagare cara. Ma l'importante è che ho mantenuto la coscienza pulita. Tutto quel poco che ho raggiunto l'ho raggiunto da sola e nonostante tutto».

C'è una notizia che spera di poter dare un giorno?
«Notizie in particolare no, però voglio fare l'inviata e/o corrispondente dal Medio Oriente e raccontare la quotidianità e l'umanità come pure eventuali grossi cambiamenti storici di quei posti».

L'intervista che vorrebbe fare?
«Una che sognavo da più di venti anni l'ho già fatta e peraltro mi ha permesso di essere premiata al più importante Festival mondiale del giornalismo televisivo sportivo nella passata edizione: è quella a Elisa Di Francisca, campionessa del mondo in carica di fioretto femminile nonché mia grande amica di infanzia dai tempi dell'asilo, della scuola materna, della danza classica, della comunione e della cresima! È stata l'intervista più emozionante che io abbia mai fatto per il legame tra noi e perché realizzavamo un sogno ventennale. Si concretizzava la reciproca promessa che ci facemmo da bambine, e cioè che l'avrei intervistata un giorno quando sarei diventata una giornalista e lei una schermitrice famosa. Ora non mi resta che intervistarla dopo le Olimpiadi di Londra incrociando le dita per l'oro!».

Quali sono i consigli che darebbe a un giovane, soprattutto della provincia come nel suo caso, che volesse avventurarsi nel mondo del giornalismo?
«Unico consiglio: crederci, rimboccarsi le maniche, rischiare, essere pronti a spostarsi, studiare».

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi che avverte nel lavorare per il servizio pubblico?
«Lavorare nel servizio pubblico ti costringe a sottostare o comunque ad adeguarti a burocrazie, tempi, lungaggini, gerarchie e giochi di potere spesso purtroppo non legati alla meritocrazia e troppo suscettibili a maldicenze e chiacchiere. Ma resta almeno a livello teorico una grande soddisfazione e una grossa responsabilità nei confronti di chi ti ascolta e guarda».

Che idea si è fatta del nostro sito?
«Non ho ben capito chi lo frequenta, ma potenzialmente l'idea del vostro sito è molto simpatica!».

Un aggettivo, in conclusione, per descrivere Laura Tangherlini come donna e come giornalista.
«Curiosa, passionale, entusiasta, insicura».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster