Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Manuela Lucchini   Tutte le interviste tutte le interviste
Manuela LucchiniTelegiornaliste anno VII N. 33 (293) del 17 ottobre 2011

Manuela Lucchini: una vita da inviata per niente stress...ante
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Manuela Lucchini, frizzante inviata del programma Stress di notte, dedicato al by night campano e non solo da quattro anni.

Ricordi la tua prima volta davanti alla telecamera?
«Sì, fu un disastro, un'esperienza terribile... pensavo che non ci avrei più riprovato, e invece dopo un anno ricapitò l'occasione per un compleanno di un amico. Enzo Pellegrino, conduttore del programma, mi disse: vai! E quella volta andò meglio... fu la rottura del ghiaccio».

L'esperienza più gratificante?
«Sicuramente le interviste agli attori in occasione della presentazione dei film; inizialmente avevo un certo timore nel pormi nei loro confronti, ma poi è venuto tutto naturale, da sé. E ho scoperto bellissime persone».

Come definisci Enzo Pellegrino?
«Una persona straordinaria, senza peli sulla lingua».

Preferisci intervistare i vip o la gente comune?
«Entrambe le cose, anche se con i primi c'è più la possibilità di instaurare un dialogo».

Salerno ti sta stretta?
«No, è la mia terra, il mio mondo, la mia vita è qui radicata. Sono però consapevole che per compiere il fatidico salto di qualità bisogna anche essere disposti a cambiare aria, anche quella è un'esperienza stimolante».

Mai ricevute proposte indecenti?
«Non nel mondo dello spettacolo. Su Facebook sono capitate situazioni spiacevoli a cui non ho dato seguito».

Hai molte amicizie tra le tue colleghe?
«Sì, a cominciare dai miei compagni di viaggio di Stress, come Eva Manduca e i ragazzi dello staff, tutti molto affettuosi».

Qual è il linguaggio giusto per parlare del by night?
«Devi essere sciolta, cercare di coinvolgere chi intervisti e chi ti segue: è quello che cerco di fare sempre».

Cosa farai da grande?
«Da piccola dicevo che mi sarebbe piaciuto fare l'attrice; adesso non saprei, sto scoprendo tante nuove realtà.. e comunque quello del cinema, certo, è sempre un mondo affascinante che ti risucchia».

Hai un modello a cui ti ispiri?
«No. Sono sempre e solo me stessa, non emulo. Ci sono personaggi che ammiro ma mi sono imposta di non seguire altro che la mia strada e il mio istinto».

Come ti vedi tra 20 anni?
«Sposata, con figli. E alla scoperta di nuovi ambiti professionali».

Come descrivi Manuela?
«Un po' lunatica ed estremamente libera, amante del divertimento, che vive la vita come un gioco anche se non è sempre così. So che ci sono responsabilità, ma sono fatta così, sono un po' Peter Pan».

Cosa c'è invece nell'immediato futuro professionale?
«Ci saranno presto novità, ma per ora non dico niente».

Se i tuoi figli volessero seguire le tue orme?
«Li incoraggerei assolutamente, sperando che abbiano anche loro la fortuna di trovare gente in gamba come Enzo Pellegrino».

versione stampabile

Pallavoliste volley femminile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster