Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Manuela Minelli   Tutte le interviste tutte le interviste
Manuela Minelli Epistolario eroticoTelegiornaliste anno VIII N. 25 (327) del 25 giugno 2012

Manuela Minelli: vivete con amore
di Fausto Piu

Questa settimana intervistiamo la giornalista e scrittrice Manuela Minelli. Mamma e amante degli animali, in particolare dei gatti, ci racconta come è nata l'idea del suo ultimo romanzo, Epistolario erotico tra due internauti sconosciuti, e ci confessa che le relazioni nate su internet possono sfociare in bellissime storie d'amore.

Epistolario erotico tra due internauti sconosciuti è una storia d’amore virtuale, raccontata per mail. Come è nata l’idea di scrivere questo romanzo?
«È nata assolutamente per caso e per lavoro quando dovevo fare un’inchiesta per un giornale per cui lavoravo. Lanciai un messaggio virtuale nel mare di internet, appunto, su uno dei siti americani (allora in Italia non c’erano questo tipo di siti) descrivendo me stessa caratterialmente e cercando un uomo con le mie stesse affinità. Al "messaggio in bottiglia" risposero circa 450 uomini, di ogni nazionalità. Tolti i pazzi, i visionari, i depressi, quelli che abitavano dall'altra parte dell'Oceano o in altri emisferi, i troppo espliciti, quelli che volevano sposarmi immediatamente, con alcuni di loro è nata una magnifica amicizia che dura a distanza di anni, uno di questi è ancora il compagno della mia migliore amica (sono quasi undici anni), un altro è diventato il mio confidente "spirituale", qualcuno l’ho perso di vista, ma dopo l’inchiesta avevo accumulato talmente tanto materiale che potevo scrivere un libro. E così è stato».

Il suo libro conduce il lettore nei meandri dell’erotismo più profondo senza mai essere osceno e volgare. Che cosa sono per lei l’amore e il sesso?
«Due componenti fondamentali della vita di ogni essere vivente. Per come sono fatta io, a dispetto del romanzo che ho scritto, potrei anche vivere senza sesso, ma mai e poi mai senza Amore (la maiuscola non è casuale)».

In un mondo che vive di e su internet, oggi molti giovani preferiscono incontrarsi sui social network, forse perché dietro il pc ci si sente più sicuri. Che cosa pensa delle storie d’amore nate sul web?
«Tutto il bene possibile. Non c’è alcuna differenza tra una storia nata ad una festa o a casa di amici (e questo lo afferma anche il protagonista maschile dell’Epistolario erotico tra due internauti sconosciuti), entrambe possono sfociare in unioni durature e matrimoni, entrambe possono essere pericolose o meravigliose, devastanti o appassionanti, serie e durature o giocose e provvisorie. Esattamente come un flirt nato sull’autobus o tramite l’amica dell’amica. Conosco moltissime persone che si sono sposate o che vivono insieme da anni, ed hanno anche figli, dopo una storia iniziata in chat, o comunque in rete».

Amore, sesso e internet sono gli elementi che caratterizzano il romanzo. A che cosa non rinuncerebbe mai?
«All'amore, sicuramente. Ma anche ad internet. Il sesso viene al terzo posto, si può vivere bene anche senza. Incredibile per una che ha scritto un romanzo erotico...».

Mamma, giornalista, scrittrice e amante degli animali. Che cosa c’è nel futuro di Manuela Minelli?
«Ci sono altri tre libri, una raccolta di racconti che parlano di donne complicate (lo so, lo so che ora qualcuno affermerà che le donne sono sempre complicate... Potrei aprire un capitolo su questo argomento, dico solo che le donne sono semplicemente più introspettive, analitiche, sfaccettate, rispetto all'uomo, che ha una mente più lineare. Se dico superficiale, qualcuno potrebbe risentirsi, no? Femminile e Maschile, la Luna e il Sole); una raccolta di Poesie Gatte con deliziose illustrazioni e poi quello che vorrei fosse il romanzo della mia vita, un figlio cartaceo a cui tengo molto, la storia di una bambina che fugge dalla guerra più recente e territorialmente vicina che abbiamo mai avuto, il conflitto degli anni Novanta, Bosnia Erzegovina, di cui tutto il mondo sembra essersi dimenticato. Un romanzo giocato sui flashback, una storia molto forte che attraversa tre generazioni di donne, il riscatto di una queste dopo un’infanzia allucinante.
Il fatto di essere mamma e allevatrice di meravigliosi felini ruba molto tempo alla scrittura. Ma la vita è fatta di tante sfaccettature, è uno straordinario contenitore in cui dobbiamo far stare tante cose e tutte diverse. Ma sempre con Amore».

versione stampabile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster