Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Paola Mercurio   Tutte le interviste tutte le interviste
Paola MercurioTelegiornaliste anno VIII N. 17 (319) del 30 aprile 2012

Paola Mercurio, eleganza e portamento a Goal show
di Giuseppe Bosso

Da settembre affianca Valter De Maggio nella conduzione del fortunato programma sportivo Goal show, in onda su Canale 9 tutti i lunedì dal teatro Sannazzaro. Incontriamo Paola Mercurio, un passato da modella e in vari programmi partenopei.

Come sei arrivata a Goal show?
«L'anno scorso partecipai come ospite al programma, per parlare della mia scuola di portamento. La produzione ha avuto l'esigenza di sostituire la ragazza che affiancava De Maggio l'anno scorso, e hanno pensato a me. È stata una grande gioia».

Appassionata di calcio o ti sei trovata per caso?
«Ma passione assolutamente! Da sempre sono una tifosa vicina alla squadra, ho avuto il piacere di conoscere molti giocatori. In più, mia figlia gioca nella Carpisa Yamamay».

Dove può arrivare il Napoli quest'anno?
«Mi auguro tra le prime tre in campionato; basterebbe che la squadra trovasse il suo equilibrio, e per fortuna vedo che ci sta riuscendo».

Che sensazione ti dà condurre il programma da un palcoscenico prestigioso come il Sannazzaro?
«Molto bella. La maestosità di questo teatro ti coinvolge, e per me è una grande gioia, dopo aver provato l'emozione delle sfilate. Poi mettici che i miei fans mi fanno un tifo sfrenato tutte le puntate».

Quali ospiti ti hanno colpita?
«Ciccio Graziani per la sua grande simpatia e schiettezza. E, per restare in tema del vostro magazine, Monica Vanali, che ammiro per la sua grinta e il suo appeal».

Ha fatto discutere la 'farfallina' di Belen a Sanremo: cosa ne pensi?
«Io ho una rosa in quel punto... a parte questo, queste polemiche non le ho capite. La bellezza femminile è sempre esistita, perché non mostrarla? Una presenza piacevole innalza gli ascolti, e poi Belen è una ragazza in gamba, per niente volgare e di grande talento».

Cosa farai da grande?
«Continuerò a dedicarmi alla mia scuola di portamento. Credo nei giovani, bisogna aiutarli a valorizzare il loro talento e diventare professionisti».

Caterina Balivo l'anno scorso promise uno spogliarello al San Paolo in caso di scudetto. Lo faresti anche tu?
«Potrei farlo (ride, ndr), ma in stile californiano, in bikini succinto; non andrei oltre».

Come ti definisci?
«Simpatica».

Come ti trovi con De Maggio?
«Benissimo. Persona preparata e grande ascoltatore».

Hai mai avuto proposte indecenti?
«Pochissime, per fortuna, ma ho sempre evitato. Ma se avessi detto sì pensi che non sarei andata oltre le tv locali?».

versione stampabile


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster