Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Emanuela Ionica e Mattia Nissolino   Tutte le interviste tutte le interviste
Ema&MatTelegiornaliste anno XIV N. 15 (562) del 9 maggio 2018

Mattia Nissolino ed Emanuela Ionica,
doppiatori protagonisti su YouTube

di Giuseppe Bosso

Mattia Nissolino ed Emanuela Ionica sono due tra i giovani doppiatori italiani più apprezzati degli ultimi anni. Lui ha partecipato al doppiaggio di popolari film e serie tv come Zack e Cody sul ponte di comando, Descendants, Skin, Funny Games solo per citarne alcuni. Lei è la voce italiana della popolarissima Violetta, ma non solo. Da qualche tempo sono protagonisti di una divertente serie visibile su YouTube, Ema&Mat, di cui ci raccontano.

Com’è nato questo progetto?
Mattia. «Per caso. Davide Gravina, l’ideatore, mi ha contattato su Facebook per parlarmi di questo progetto, che intendeva realizzare con doppiatori; ho aderito volentieri, e abbiamo cercato di coinvolgere altri colleghi, Emanuela ha accettato; ci siamo visti per girare le prime scene, trovandoci bene; vorremmo coinvolgere altri colleghi in futuro».
Emanuela. «Davide ci ha contattati proponendoci la cosa; mi è sembrata un’iniziativa carina e stimolante, ci ho voluto provare e continua ad essere un esperimento divertente».

Da dove traete spunti per le vostre storie?
M. «La prima puntata è stata realizzata su un’idea di Davide, abbiamo preso in affitto un’ambulanza; man mano stiamo cercando di sviluppare nuove idee per le prossime puntate».
E. «Il lavoro che facciamo è sostanzialmente di set, le iniziative sulle storie le prende Davide, nascono sul momento e capiamo anche come poterle migliorare, è tutto molto sperimentale».

Nelle vostre interpretazioni vi siete ispirati a qualcuno degli attori che avete doppiato?
M. «Sì, quando doppi comunque hai molti di punti di vista, puoi carpire qualcosa dagli attori a cui presti voce, come dalla gente che incontri; è la spontaneità comunque che occorre in questi sketch, per renderla più carina a chi lo vede. Il pubblico inizia ad interessarsi, già il primo video ha avuto buoni commenti».
E. «Sì e no. Nel senso che ogni parte, ogni attrice può formare, far capire cose nuove. Quando doppio metto sempre molto di mio, certamente cerco di rendere al meglio quello che ha voluto comunicare l’attrice, ma in un modo molto naturale e istintivo, in modo tale che le emozioni arrivino. Cerco di dare sempre il più possibile. Sicuramente ogni attrice e ogni ruolo che ho avuto modo di doppiare mi ha lasciato qualcosa e mi ha fatto crescere. È diverso metterci la faccia».

Avete parlato qualche settimana fa di queste strisce a Radio Cigliano, da Alessio che il giovedì e il sabato nelle sue trasmissioni dà molto spazio ai vostri colleghi. Come vi siete trovati e come giudicate questo lavoro di questo vostro collega?
M. «Alessio è uno straordinario collega e una persona fantastica che mette tanta dedizione in quello che fa, ci siamo trovati benissimo. La sua è una radio fatta benissimo e siamo stati felici di accettare».
E. «Mi sono trovata benissimo, Alessio è un amico e un collega che incontro spesso al leggio, sicuramente la sua iniziativa è interessante e piacevole; lo è stato per me; anche Alessandro Bianconi l’altro conduttore del sabato ci ha trattati benissimo».

Dove potremo ‘ascoltarvi’ prossimamente?
M. «Al momento sono in uscita serie tv, niente di specifico».
E. «Anch’io ho tante cose in corso, tra cui la serie israeliana The Lodge dove doppio Skye, la protagonista, e Bella Thorne nel film da poco uscito Il sole a mezzanotte, bellissima storia, come Noi siamo tutto, uscito a febbraio, dove ho lavorato sempre con Manuel Meli; o ancora da poco usciti Love, Simon e A Beautiful Day; sono film che vale la pena doppiare davvero».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster