Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Archivio Telegiornaliste anno VI N. 43 (260) del 20 dicembre 2010
 
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne
MONITOR Spiata dal buco della serratura di Pierpaolo Di Paolo

Ripresa da un forellino praticato in una parete dell'albergo nel quale soggiornava e messa su Internet. È quanto accaduto a Erin Andrews, reporter sportiva della ESPN, eletta per due anni consecutivi giornalista più sexy degli Stati Uniti. Figlia di un noto giornalista, molto sportiva e, nemmeno a dirlo, bellissima, la ragazza è divenuta rapidamente un'icona del giornalismo statunitense per l'estrema competenza e passione dimostrata nel suo lavoro. Queste caratteristiche, unite al suo innegabile fascino, l'hanno resa a suo modo unica, ed oggetto del desiderio di milioni di americani.

Da un giorno all'altro è spuntato su internet un video in cui la donna compare totalmente nuda, intenta a piastrarsi i capelli. Il video, in sé, non mostra nulla di straordinario. Una donna nuda alle prese con semplici gesti quotidiani di toelettatura: pettinarsi i capelli, asciugarli, osservarsi il sedere allo specchio. Ma il fatto che la persona ripresa sia la notissima e affascinante Erin Andrews, ha fatto si che il video facesse immediatamente il giro del mondo, cliccato e scaricato da milioni di persone, inebriate e rese folli dalla possibilità di rubare un piccolo momento dell' intimità dell'affascinante giornalista. Impossibile frenare questo atto di voyeurismo collettivo. Gli ingredienti della vicenda hanno reso il tutto così stuzzicante, che il file è diventato in poche ore il più scaricato dalla rete, trasformandosi nel video erotico del momento.

Puntuali le ironie, gli sfottò, i mille dubbi che si accompagnano a episodi del genere, e che si aggiungono all'imbarazzo e all'umiliazione cui già la donna era stata esposta. Non è mancato chi ha sostenuto che si trattasse di tutta una manovra pubblicitaria, orchestrata abilmente per attirare maggiore attenzione e guadagnare ulteriore popolarità.
In realtà, si è poi appurato che autore della "marachella" è stato Michael Barrett, 48 anni, agente d'assicurazioni dell'Illinois, divorziato. L'uomo ha ammesso di aver seguito e perseguitato la Andrews per ben 3 stati, fino a riuscire nel suo intento. Individuato l'albergo in cui avrebbe pernottato l'oggetto della sua ossessione, ha chiesto ed ottenuto una stanza adiacente, dove ha portato a termine il suo piano, spiando e registrando l'ignara vittima.
In conseguenza di ciò, è stato condannato a 2 anni e mezzo di reclusione.

La sentenza viene accolta con rabbia dalla reporter: «Trenta mesi non sono nulla», commenta con amarezza.
Barrett, intanto, invoca perdono, affermando di star già pagando con un'umiliazione pubblica. Poi piange ricordando i propri figli e chiedendosi se riguadagnerà mai il loro rispetto.
«L'umiliazione pubblica è la mia», ribatte lei, con l'odio negli occhi. «Le immagini su internet son le mie, non le sue. Io sono resa vittima di nuovo ogni singolo giorno. Questo non avrà mai più fine per me, io desidero non abbia mai fine per lui. È solo un pervertito. Non sarò mai al sicuro finché sarà libero, devono solo chiuderlo dentro e buttare via la chiave. Io adesso ho paura, ogni volta che sono sola penso che lui possa esser nascosto da qualche parte e saltare fuori all'improvviso». Parole che tradiscono tutta l'angoscia di una donna che si sente violata.

«Adesso voglio solo riprendere la mia carriera», conclude la ragazza. «Non devo assolutamente abbandonare le mie ambizioni. Io non ho fatto niente di sbagliato. Voglio tornare a sorridere. Tornare a vivere la mia vita».
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne
CRONACA IN ROSA Bibisora Oripova, donna dell'anno 2010 di Chiara Casadei

Ad Aosta si è svolta la cerimonia di premiazione per il riconoscimento di Donna dell’anno 2010 assegnato al medico psichiatra Bibisora Oripova, originaria di Samarcanda, in Uzbekistan. Da anni, la signora si impegna a fornire il necessario supporto alle donne che devono superare situazioni familiari di violenza e abusi, assicurandosi di allontanarle da possibilità di suicidio e dando loro una nuova chance di integrarsi nella società per un futuro migliore.

Con il suo lavoro la Oripova, che è inoltre il Presidente dell’Associazione Women’s Society, ha aiutato in un lento e graduale percorso le donne in recupero nel suo centro, curando la depressione cronica, lo stress fisico e morale. Dopo una riabilitazione di mesi, talvolta anni, sono nuovamente in grado di inserirsi in comunità protette dove costruire una nuova vita grazie all’aiuto di organizzazioni internazionali.

Durante la premiazione a Saint-Vincent, Bibisora Oripova ha ricevuto i 50mila euro messi a disposizione dal Consiglio regionale della Valle d'Aosta con i quali potrà continuare l’attività della struttura che prende il nome di Speranza: «Questi soldi sono destinati ad aiutare tutte le donne e i bambini che sono stati, e purtroppo saranno, vittime di violenze per evitare che queste avvengano di nuovo». Come ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Alberto Cerise: «È un premio dinamico destinato non solo a finanziare un progetto concreto, ma mirato anche a dare la giusta risonanza mediatica a una serie di attività che necessitano di attenzione e di fondi, in modo che altre persone possano interessarsi e contribuire al loro sviluppo».

Con questa storia, esempio positivo delle potenzialità al femminile, Telegiornaliste augura ai lettori Buone Feste e vi dà appuntamento a gennaio, per un nuovo anno "in rosa".
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne
FORMAT Virginia Zullo: viva l'arte in tv di Giuseppe Bosso

Questa settimana intervistiamo l’affascinante Virginia Zullo, inviata del programma di Rai Educational Art news. Originaria di Foggia, è laureata in filosofia alla Sapienza di Roma. Con Virginia abbiamo parlato delle novità che riguardano il programma condotto da Maria Paola Orlandini. Novità che hanno in gran parte penalizzato lei e le sue colleghe.

Virginia, perché tu e le tue colleghe siete state accantonate così?
«Maria Paola Orlandini è una donna intelligente, ma nel momento in cui il grande Giovanni Minoli ha lasciato Rai Educational ho l’impressione che la signora abbia commesso qualche errore di troppo… Ma siamo umani, non sta a me giudicare. Per il resto sono e sarò sempre grata a Minoli per la grande possibilità che mi ha dato di imparare e amare questo mestiere, e per la fiducia che mi ha dato».

C’è spazio, secondo te, per l’arte nella tv di oggi?
«Certo, come per tutte le cose, dall’intrattenimento alla cultura. La nascita di tanti nuovi canali ha permesso tutto questo, ed è a mio giudizio il momento più democratico della storia della nostra televisione».

Ti senti pupa o secchiona?
«Né l'una né l'altra. In generale credo che per una donna bella e sexy l’intelligenza, a volte, possa essere un accessorio ingombrante, come certi tacchi a spillo vertiginosi, belli ma difficili da calzare. E c’è sempre qualcuno pronto a fartelo pagare se non riesci a camminare e inciampi».

Cosa farà Virginia da grande?
«Spero di non crescere, ma rimanere un po’ bambina mentre invecchierò».

C’è un tuo fan che raccoglie i tuoi video su YouTube. Ti ha fatto piacere?
«Sì perché vuol dire che c’è qualcuno a cui piace quel che faccio».

E del nostro sito e del seguito che hai, cosa ne dici?
«È una cosa molto divertente anche quella che fate voi, soprattutto perché date la possibilità a volti giovani di farsi conoscere meglio, di emergere».
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne
HOT GIRLS Il Natale ti fa sexy di Valeria Scotti

Lingerie bollente sotto la neve natalizia. Lasciate che ad aprire le danze verso la camera da letto, in queste feste dal sapore di regali e panettone, siano completini sexy e ironici. Come quelli di Agent Provocateur, ad esempio, che propone look in salsa piccante. Satin come tessuto, reggiseni ridottissimi e vezzosi copri capezzoli abbinati in paillettes.

Per chi vuole un Natale di classe, La Perla punta su completini in pizzo e ricami. Di rosso, solo gli inserti. Ci sono poi le versioni Victoria’s Secret in pizzo e, per chi vuol giocare la notte di Capodanno, un abitino da Santa Claus al femminile. Yamamay e la Xmas Collection, invece, offrono diversi spunti anche per Capodanno: push up, perizoma e giarrettiere per essere particolarmente glamour.

Se tutto ciò non dovesse bastarvi, rivolgete la vostra attenzione alle proposte online di Party Lingerie che offre una vasta gamma di idee regalo per il Natale 2010: costumi da 'Babba Natale', selezione di sexy lingerie, calze e parrucche.

Infine, un cadeau per lui e per lei: il cofanetto Rendez-Vous d’Aubade firmato Aubade. In una preziosa scatola color lilla, ecco tutto il necessario per trasformare una cena in un baccanale. Per la donna, grembiule in tulle con corpetto leggero e trasparente; per l’uomo, ancora un grembiule ma completo di papillon. Ad accompagnare il tutto, una coppia di flûte per lo champagne, un paio di candele e un libro di ricette afrodisiache per stuzzicare l’appetito. Buone feste! 
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne
DONNE Monica Frassoni, la pensatrice di Simona Di Martino

Ogni anno la rivista americana Foreign Policy pubblica il prestigioso elenco dei 100 top global thinkers, i migliori pensatori nel mercato globale delle idee innovative per le sorti del pianeta. Un elenco in cui, giusto per farsi un’idea, figurano nomi come Bill Gates, Barack Obama e David Cameron.

La notizia che ci interessa da vicino, passata quasi inosservata in Italia, è che quest’anno alla 32esima posizione compare l’unica nostra connazionale: Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo. Un risultato non indifferente se si pensa che assieme alla Frassoni la rivista premia altre tre donne “verdi”: la francese Cécile Duflot, la tedesca Renate Künast e la brasiliana Marina Silva.

Quarantasette anni, bresciana, Monica Frassoni è stata per dieci anni europarlamentare dei Verdi a Bruxelles, prima di diventare nel 2009 leader europeo del partito. «Più che di green economy, a me piace parlare di Green new deal».

Già Michael Jackson in Earth song ci ricordava quanto fosse importante per l’uomo prendersi cura dell’ambiente. Nell’era dell’inquinamento globale, degli animali in via d’estinzione, dei disboscamenti e delle piogge acide, l’idea di Monica Frassoni è che «l'economia sostenibile può cambiare le cose».

Gli americani, premiandola, se ne sono accorti. E gli italiani? «In altri paesi europei, anche a maggioranza di centrodestra, i temi relativi alla green economy e all'impatto dei cambiamenti climatici sono molto più seguiti». Mentre in Italia, secondo la Frassoni c’è «un problema culturale» e «il problema di una politica che va da un'altra parte».

Senza nulla togliere a veline, letterine, schedine e altre …ine, forse sarebbe il caso di promuovere e parlare di più delle donne che pensano anche nel nostro Paese.
indice della pagina: Monitor | Cronaca in rosa | Format | Hotgirls | Donne

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster